Quantcast

Arrestato con 50 grammi di eroina e cocaina risponde al Gip: “Sono per me”, il giudice non gli crede

Si è tenuto oggi l'interrogatorio di garanzia a carico del 25enne fermato dalla Finanza. Difeso dall'avvocato Sciarretta: "Valuterò il Riesame"

La guardia di finanza lo ha fermato a Termoli Nord. Stava tornando dalla Puglia e in macchina aveva 50 grammi di droga tra eroina e cocaina, quindi il fermo e l’arresto.

Questa mattina il giovane – difeso dall’avvocato Pino Sciarretta – è comparso davanti al gip del tribunale di Larino, Federico Scioli, per l’interrogatorio di garanzia.

Il giovane, circa un mese aveva terminato di scontare la misura dei domiciliari per vecchi fatti di droga. A circa trenta giorni dal termine della pena ci è cascato di nuovo.

Tornava dalla Puglia con eroina e cocaina, arrestato 25enne residente a Termoli

Questa mattina al giudice ha voluto rispondere per giustificare il possesso di quei 50 grammi di sostanze stupefacenti. E a Scioli ha riferito di aver acquistato eroina e cocaina “per uso personale”. Versione che ovviamente non è stata accolta la giudice che ha quindi convalidato la misura e confermato gli arresti domiciliari.

Tuttavia le indagini non sono ancora chiuse e l’avvocato dopo l’esito dell’udienza ha fatto sapere di voler valutare l’ipotesi di un ricorso al Riesame per la revoca della misura.