Quantcast

5 punti di vantaggio a 8 gare dalla fine: i Lupi ‘annusano’ la C. Tifosi tra scaramanzia ed entusiasmo

Il Campobasso ‘ringrazia’ il Pineto che espugna il campo della seconda della classe Notaresco. Domenica difficile trasferta a Recanati, il pubblico sogna in grande ma con prudenza.

Gran bella sensazione per i tifosi del Campobasso poter esultare senza vedere la propria squadra segnare e vincere. Ma quel che è accaduto ieri, 5 maggio, equivale alla conquista di tre punti. Infatti, il Notaresco era impegnato nel recupero della 18esima giornata contro il Pineto. Risultato? Ha perso in casa, decisivo il gol di Minnozzi (lo stesso che ha segnato anche domenica scorsa a Selvapiana) su splendida punizione dopo soltanto quattro minuti di gioco.

Un grave passo falso quello compiuto dalla vicecapolista che non può che rallegrare la piazza rossoblù. Cinque punti di vantaggio vengono così mantenuti e a otto giornate dalla fine del campionato il distacco appare abbastanza corposo. Prevale però la scaramanzia sull’entusiasmo smodato: visto il lungo periodo di assenza dalla C e i pericoli sempre dietro l’angolo la maggior parte delle persone ci va cauta.

Domenica prossima i Lupi saranno impegnati nella trasferta di Recanati: match difficile, avversaria ostica che era partita con velleità da primato. Un po’ come il Pineto. Insomma, non bisogna abbassare la guardia neanche per un secondo. La stessa cosa dovrà fare il Notaresco, che dovrà invece affrontare la Vastese all’Aragona. Fulvio D’Adderio ha già pronta la sua ‘gabbia’ tattica.

Sta pian piano recuperando dall’infortunio al ginocchio Vittorio Esposito che però molto difficilmente farà parte dei convocati fra tre giorni. Alessandro Dalmazzi sarà invece regolarmente al centro della difesa e si riprenderà il suo posto in mediana Kevin Candellori che ha scontato il turno di squalifica.

E’ chiaro che un’eventuale vittoria sul campo della Recanatese equivarrebbe a un’ipoteca sulla promozione. Ma l’ostacolo è di quelli tosti.