Quantcast

3 maggio – Niente vittime nè ricoveri, 2 dimissioni. Ospedalizzati sotto i 40, non succedeva da ottobre

Solo 5 positivi su 453 test: il tasso è bassissimo, 1%. Aumentano invece i guariti e respira il Cardarelli, dove per la prima volta da 6 mesi il numero dei pazienti ricoverati è inferiore ai 40.

Non succedeva da almeno 6 mesi che il numero dei pazienti ospedalizzati in Molise a causa del Covid 19 fosse inferiore ai 40. Oggi, 3 maggio 2021, il bollettino fornito dalla Asrem nel consueto aggiornamento riferisce dati che confermano il trend positivo delle ultime settimane e riportano la situazione dell’emergenza a come era a ottobre 2020, inizio cioè della crescita esponenziale che ha portato gli ospedali molisani a uno stato di lunga e convulsa sofferenza.

Non ci sono vittime, e questa è la prima buona notizia. Nè vengono registrate nuove ospedalizzazioni: al contrario figurano due dimissioni dal reparto di malattie Infettive del Cardarelli, l’unica struttura sanitaria che di fatto è ancora impegnata nella cura del virus. Al momento la fotografia dei nosocomi molisani in relazione ai pazienti covid è la seguente: al Cardarelli 29 in Infettive e 9 in Terapia Intensiva, al Gemelli 2 in Terapia Intensiva. Privi di malati col virus sia il San Timoteo di Termoli che i Neuromed di Pozzilli: questo costituisce una importante boccata di ossigeno per la possibilità di cura di patologie extra-virus e garantisce un respiro importante sul fronte del diritto alla cura dei molisani.

Il numero dei nuovi casi riscontrati su 453 tamponi molecolari è di 5, distribuiti in  4 Comuni (Campobasso, Bojano, Venafro, Petrella Tifernina) per un tasso di positività dell’1%. I guariti sono invece 31. Gli attuali positivi in Molise scendono sotto i 600: 581 per l’esattezza. 

Bollettino 3 maggio