Quantcast

Viaggiava verso Isernia a 185 chilometri orari, mano pesante della polizia stradale

Usati autovelox e e telelaser: controllati 947 veicoli ed elevate 348 contestazioni, di cui 107 su strada. Eseguiti 232 fotogrammi impressionati

Dal 19 al 25 aprile scorsi,  le autostrade e le strade di grande comunicazione sono state il teatro della campagna europea “Roadpol Speed”, dedicata al rispetto dei limiti di velocità, che ha visto impegnate le pattuglie della polizia stradale

In Abruzzo e Molise, le pattuglie programmate dal Compartimento polizia stradale hanno utilizzato autovelox e telelaser, per rilevare la velocità: 947 i veicoli controllati e 348 le contestazioni di infrazioni, di cui ben 107 direttamente su strada, 232 fotogrammi impressionati.

La violazione dei limiti più alta registrata ad Isernia, con un automobilista che viaggiava a 185 km/h.

Per gli agenti impiegati su strada la consapevolezza di aver contribuito alla campagna di sensibilizzazione alla legalità stradale, in adesione al piano d’azione europeo 2021 – 2030, con l’obiettivo di dimezzare il numero di decessi per sinistri e diminuire il numero dei feriti gravi, tenuto conto che la velocità è ancora una delle prime cause di incidentalità, insieme alla distrazione e la guida sotto l’effetto di alcol.