Quantcast

Ururi, dopo 10 anni va via don Fernando Manna. Il grazie del sindaco foto

Il momento per don Fernando Manna di lasciare la comunità parrocchiale di Ururi sta per arrivare pur essendo stato spostato settimane fa per motivi legati all’emergenza sanitaria.

Ma domenica, in occasione della giornata della Divina Misericordia, alla presenza di S.E. il Vescovo Gianfranco De Luca, il Sindaco Raffaele Primiani ha espresso tutta la sua gratitudine, in rappresentanza della comunità civile e parrocchiale, all’amato don Fernando che si avvia ad assumere nuovi ed importanti incarichi.

Come si legge nel messaggio che il primo cittadino Raffaele Primiani ha rivolto a Don Fernando dal pulpito della chiesa, diversa dal solito per via del distanziamento: “in queste occasioni si rischia spesso di cedere alla retorica ed ai luoghi comuni, che non mi appartengono”. Il mio -prosegue- vuole essere un sincero ringraziamento a Dio, per averci donato la presenza di don Fernando per dieci lunghi anni: giunto ad Ururi nel settembre 2011, egli si è immediatamente distinto per la sua attenzione ai più piccoli, a chi è in difficoltà ed alle opere missionarie, testimoniando in maniera concreta la virtù della carità. Non indifferente è stato l’impegno di don Fernando per il progetto di un canale televisivo, TV Misericordia, per il quale si è speso con ogni energia e, grazie al quale, quotidianamente, le immagini della nostra stupenda Chiesa Madre ed il nome di Ururi entrano nelle case di migliaia di fedeli, accompagnando momenti di preghiera e l’ascolto della parola di Dio.

Viviamo in un tempo di precarietà sanitaria e sociale che ci ha resi sempre più inquieti e fragili, momenti di sconforto e di inquietudine anche per chi, come me, ha responsabilità civili. Ma oggi voglio dirtelo, caro don Fernando: in tali frangenti mi è di conforto il ricordo del venerdì santo del 10 aprile 2020. Quel 10 aprile, durante la prima ondata della pandemia, ho avuto l’onore di accompagnare, al tuo fianco, la santa reliquia del Legno della Croce lungo le strade vuote del nostro paese, raccogliendo le paure e le preghiere della nostra comunità: un evento eccezionale, memorabile, che rimarrà impresso nei nostri cuori, per sempre. Ed ora, giunge per te il momento della partenza da Ururi, come ogni momento di cambiamento può essere fonte di incertezza, di mutamento dei rapporti umani stabiliti nel tempo. Ma sono convinto che vivrai questo passaggio con fede e con lo spirito missionario che ti contraddistingue.

Questo distacco, segno concreto della tua appartenenza al Signore, ci ricorda che un sacerdote non appartiene agli uomini se non per fede, in quanto fautore ed esecutore del mandato dato dal Signore agli apostoli. A nome della Comunità di Ururi che rappresento, ti offro un augurio di gioia per il nuovo cammino pastorale che ti aspetta, sicuro che ci conserveremo reciprocamente nell’amicizia e nella preghiera. Grazie di tutto, don Fernando, da parte del Sindaco, dell’amministrazione comunale e di tutta Ururi!”