Quantcast

Timori per il focolaio scoppiato a Lucito, parte lo screening della popolazione

Nel giro di pochissimi giorni è stata accertata una decina di contagi. Domani - 17 aprile - i tamponi antigenici gratuiti tra i cittadini. Il sindaco Giovanni Marasca: "E' un momento difficile per la comunità"

Nel giro di pochissimi giorni è stata diagnosticata una decina di infezioni da nuovo coronavirus a Lucito, piccolo centro di 643 abitanti che si trova a pochi chilometri da Campobasso e famoso per il rito primaverile del Majje Dde Le Defenze che si celebra il 1 maggio. I timori che i positivi siano di più di quelli già accertati dalle autorità sanitarie, l’amministrazione comunale ha deciso di avviare uno screening di massa della popolazione secondo una modalità già attivata in passato da altri Comuni.

“La nostra comunità sta attraversando un momento difficile e tutti siamo chiamati ad una prova di collaborazione e sostegno per le famiglie colpite nel vivo dalla pandemia, ma anche di responsabilità non solo per se stessi, ma per l’intero paese”, il messaggio lanciato sui social dal primo cittadino.

Dunque test antigenici rapidi saranno svolti gratuitamente domani mattina (sabato 17 aprile), dalle 9:30, nei locali della palestra comunale di Lucito. 

“Grazie alla generosa disponibilità del dottor Mancini – l’annuncio dell’amministrazione guidata da Giovanni Marasca sulla pagina Facebook del Comune – verrà effettuato uno screening di massa, assolutamente in forma gratuita, per questo chiediamo a tutti i cittadini di Lucito di partecipare sottoponendosi al test “rapido” per individuare nuovi contagi e circoscrivere quelli già positivi”.

Il sindaco ha rivolto un invito alla popolazione: “Siete tutti invitati a partecipare, solo così potremo cercare di ricostruire una realistica catena di contatti e arginare la forte virulenza del Covid-19 tra la nostra comunità. Per evitare assembramenti è gradita prenotazione contattando il Comune di Lucito o Tiziana Franceschini e Camilla Di Mario per poter calendarizzare quanto più possibile le prenotazioni. Vi preghiamo di partecipare numerosi. È per il nostro bene e per quello delle persone a cui vogliamo bene”.

(foto pagina Facebook comune di Lucito)