Quantcast

Scampagnate vietate, pranzi in famiglia permessi: le regole per le 72 ore rosse. Termoli, spiaggia chiusa da sabato a Pasquetta

Lungomare nord e sud interdetti nei tre giorni di “regime speciale”, con restrizioni rafforzate, per le festività di Pasqua. Da Sabato santo a lunedì in Albis, le regole sugli spostamenti in Molise. San Martino in Pensilis, negozi chiusi a Pasquetta per ordinanza del sindaco.

Un’altra Pasqua blindata e ‘casalinga’ attende i termolesi. Il governo Draghi ha già deciso da tempo che giorni 3, 4 e 5 aprile saranno rossi in tutta Italia, regioni arancione comprese. Prefetture e forze dell’ordine si stanno organizzando per intensificare i controlli sulle principali arterie stradali e nei punti più sensibili delle città. Termoli non farà eccezione. In particolare, con ordinanza numero 100 di oggi 1 aprile, il sindaco Francesco Roberti ha disposto l’interdizione dei due lungomare della città.

D’altronde si sa, difficile pensare a una Pasquetta a Termoli senza trascorrere qualche ora (se non tutta la giornata) in spiaggia o facendo una passeggiata o un giro in bici, versione familiare magari, sul lungomare. Neanche quest’anno però sarà possibile. La pandemia ha guastato i piani anche per la Pasqua 2021, proprio come successo un anno fa.

Dunque nella cittadina costiera, solitamente meta di tanti dai paesi limitrofi (e non solo), il lungomare nord sarà interdetto al transito pedonale, così come alle due ruote, alle biciclette e ai tanto in voga monopattini. Il marciapiede e la pista ciclabile saranno off-limits dalla rotatoria dell’hotel Mistral fino alla Torretta in via Vespucci. Stessa sorte per il lungomare sud di Termoli dove sarà impossibile percorrere la passeggiata che va dal Lido Buena Vista Social Club al lido Cala dei Longobardi così come il tratto che va dal Circolo della Vela fino all’ingresso del porto turistico. Rimane consentita soltanto l’uscita e il rientro dei cittadini che hanno accesso alle proprie abitazioni in quest’area. Divieto di accesso anche su tutte le spiagge del litorale di Termoli – da sud a nord – e “divieto di stazionamento all’interno di tutte le aree verdi litoranee comunali e sulle zone esterne alla carreggiata”.

ordinanza sindaco – CHIUSURA LUNGOMARE NORD E SUD DI TERMOLI

L’ordinanza si inserisce nel quadro delle direttive del Governo che prevedono una sorta di mini lockdown nel giorno di Pasqua ma anche del Sabato Santo e del Lunedì in Albis. Troppo grande il rischio di assembramenti, anche perché si prevedono giornate di clima mite. Il sindaco Roberti nella sua ordinanza lo dice a chiare lettere: “In alcune circostanze, sul territorio comunale si è riscontrata la violazione dei divieti di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico nonché di spostamento all’interno del territorio comunale”. Come a dire: non può succedere di nuovo. Tutto ciò infatti chiaramente rischia di vanificare gli sforzi volti alla riduzione del contagio, proprio ora che Termoli, dopo circa due mesi di zona rossa, è tornata zona arancione e sta vedendo sensibilmente calare il numero degli attualmente positivi.

Niente passeggiata sul lungomare, niente ritrovi in spiaggia, niente picnic all’aperto. E niente gite fuori porta. Vediamo cosa si può o non si può fare nelle 72 ore ‘rosse’.

VISITE A PARENTI E AMICI

È consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata, ma solo all’interno della stessa regione. Sono permesse le visite a amici e parenti per un massimo di 2 adulti e minori di 14 anni. Qualsiasi tipo di spostamento però deve avvenire tra le 5 del mattino e le 22, quando scatta il coprifuoco. Vietato fermarsi a dormire in abitazioni diverse dalla propria.

Traffico via Corsica

PRANZI

Per i pranzi dei giorni festivi valgono le raccomandazioni di evitare incontri con persone non conviventi, proteggendo dai contatti fisici soprattutto le persone anziane e fragili. Opportuno indossare anche in casa la mascherina e tenere aperte le finestre, cosa che con il clima più mite diventa più semplice. Meglio osservare il distanziamento anche a tavola, stare il più larghi possibile, evitando di mischiare piatti e posate.

barbecue balconi

SPOSTAMENTI

Ci si può spostare per ragioni di necessità, urgenza e salute. In questa categoria rientrano le uscite per andare a fare spesa e acquistare beni di primo bisogno (alimentari, farmacia, giornali, cura della persona).

Casa mare seconde case residence spiaggia

SECONDE CASE

Si può andare nella seconda casa se è disabitata e se a spostarsi è il nucleo familiare, senza amici o parenti al seguito. L’argomento in Molise è molto sentito, visto il gran numero di residenti proprietari di seconde case sulla costa o nelle località di montagna. Può andare nella seconda casa chi dimostra di averne avuto titolo, cioè è proprietario o ha preso in affitto un appartamento-vacanza prima del 14 gennaio scorso. Il rientro nelle “seconde case” che si trovano dentro o fuori regione è sempre consentito per chi ha i requisiti.

Passeggino famiglia lungomare passeggiata

RIENTRO A CASA

Il rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione, è sempre consentito.

Pattini sport lungomare

SPORT

Si può fare attività motoria all’aperto, ma solo se svolta individualmente e in prossimità della propria abitazione.

PASSEGGIATE & SCAMPAGNATE

Sono ammesse le passeggiate, in quanto attività motoria, ma esclusivamente in prossimità della propria abitazione. Scampagnate e pic-nic sono invece vietati.

Scampagnate e pic-nic a Pasquetta

BAR & RISTORANTI

I bar e i ristoranti possono svolgere solamente servizio d’asporto. Vietato consumare cibi e bevande al loro interno e nelle immediate vicinanze.

La vendita d’asporto sarà consentita dalle 5 alle 18 senza restrizioni, mentre dalle 18 alle 22 sarà vietata ai bar sprovvisti senza cucina. La consegna a domicilio sarà invece consentita a tutti senza limiti di orario, così come anche la consumazione all’interno degli alberghi, ma solo per i clienti che vi alloggiano.

Ristoranti tavoli vuoti Termoli

NEGOZI

Chiusi tutti i negozi di commercio al dettaglio, tranne quelli che vendono generi alimentari e di prima necessità. Anche i supermercati potranno essere aperti in questi giorni di festività. I negozi di alimentari, in base al decreto del Governo, possono stare aperti anche il giorno di Pasqua e il lunedì in Albis. Non sono molte la catene che hanno deciso di garantire l’apertura, che non è uniforme a livello nazionale e ha incontrato già il dissenso dei sindacati. Ogni catena decide in autonomia gli orari di apertura dei punti vendita e l’orientamento sembra verso l’apertura lunedì e poche aperture la domenica

Aperte infine edicole, tabacchi, farmacie e parafarmacie.

Traffico polstrada

SAN MARTINO, TUTTI I NEGOZI CHIUSI LUNEDì IN ALBIS

Ci sono però le eccezioni. Il sindaco di San Martino in Pensilis Gianni Di Matteo ha infatti emanato una ordinanza con la quale si chiudono tutte le attività commerciali lunedì 5 aprile, giorno di Pasquetta, ad eccezione delle farmacie, delle attività di commercio al dettaglio di giornali riviste, dei distributori automatici, delle stazioni di rifornimento benzina. I supermercati del paese resteranno chiusi.

VIAGGI

Le restrizioni imposte dal governo vietano gli spostamenti tra le regioni per motivi turistici, mentre è consentito fare viaggi all’estero. È possibile dunque spostarsi da una regione all’altra per raggiungere l’aeroporto da cui partire.