Quantcast

Polizia, nuovi dirigenti per Squadra Mobile, Postale e Stradale: “Ogni cambiamento è una nuova sfida”

Il questore Giancarlo Conticchio ha presentato questa mattina - 20 aprile - alla stampa i funzionari Marco Graziano, Francesco Addesa e Giovanni Citarella: "Ricopriranno ruoli chiave per garantire la sicurezza del cittadino". Infine, l'appello ai cittadini in vista delle riaperture: "Non abbassate la guardia, evitiamo gli assembramenti".

Tre nuovi funzionari per altrettanti settori chiave della Questura, in campo per la sicurezza dei cittadini: Marco Graziano, Francesco Addesa e Giovanni Citarella guideranno rispettivamente Squadra Mobile, Polizia Postale e Polizia Stradale di Campobasso.

“Quando si cambia un ufficio, si cambia la ‘pelle’ e nel ricambio c’è sempre una nuova sfida“, le parole del questore Giancarlo Conticchio che questa mattina (20 aprile) ha convocato i giornalisti per presentare i nuovi dirigenti.

Prima un ringraziamento al dottor Raffaele Iasi, che ha a lungo diretto la Squadra Mobile a Campobasso e trasferito a Lecce: “Ha avuto un’ulteriore conferma della sua professionalità”, la premessa del questore del capoluogo. “E’ stato trasferito alla questura di Lecce dove ricopre l’incarico di dirigente dell’Ufficio Personale. La sua capacità organizzativa è tale e tante che sicuramente sarà apprezzata anche dal questore di Lecce e dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza”.

Il suo posto verrà ricoperto dal dottor Marco Graziano, ex dirigente della Polizia Stradale. “Io per 20 anni ho diretto Squadre mobili e quindi sarà il mio agnello sacrificale”, aggiunge con una battuta Conticchio.

Campobassano, 50 anni, il neo dirigente della Squadra Mobile ha diretto negli ultimi 4 anni la Polizia Stradale. Ancora prima aveva lavorato nella sezione Polizia Giudiziaria della Procura di Campobasso. “Porterò tutta l’esperienza accumulata in questi anni al servizio della Squadra Mobile, del signor Questore e della Polizia di Stato”, osserva Graziano.

Anche per la Polizia Postale c’è un avvicendamento importante: Francesco Addesa, 36 anni e originario di Avellino, ha lavorato per la Questura di Bolzano (era dirigente del commissariato di San Candido) prima del trasferimento nel capoluogo molisano. “C’è grande attenzione sul mondo del crimine informatico – esplicita Conticchio – perchè tutto si sta svolgendo su Internet e non vi nascondo la mia preoccupazione perchè in rete possiamo acquistare droga, armi, esplosivi. Possiamo imparare a realizzare un esplosivo. Lo stesso capo della Polizia Giannini ha messo in evidenza il ruolo centrale della Polizia Stradale, ruolo dimostrato anche dal Ministero che qui a Campobasso ha inviato un funzionario giovane e di spessore”.

 

Infine l’avvicinamento alla Polizia Stradale affidato al dottor Giovanni Citarella che in un primo momento sarà affiancato dal dirigente della Sezione della Stradale di Pescara (il vice questore Pietro Primi, ndr). Nato a Napoli, classe 1974, nel 2019 Citarella ha vinto il concorso per commissari della Polizia.

Il dirigente di ufficio è un direttore di orchestra – aggiunge il questore Conticchio ai giornalisti – colui che deve far funzionare tutti gli strumenti dell’orchestra e che deve essere capace di far emergere ogni membro dell’ufficio per la sua peculiarità”.

Polpost e Stradale sono due uffici “molto attenzionati dai cittadini”: il primo per la questione delle truffe on line, il secondo perchè “garantisce la sicurezza sulle strade, la percorribilità di tunnel e viadotti. Mentre “il dirigente della Squadra Mobile deve garantirci la sicurezza del vivere quotidiano”.

 

Infine, a margine della conferenza stampa, Primonumero si è soffermato con il questore per affrontare un tema delicato e di grande attualità: le prossime riaperture dopo mesi di restrizioni e lockdown. Conticchio ha rivolto un appello ai cittadini: “Non abbassate la guardia, evitiamo assembramenti”.