Quantcast

Provano a rubare tre macchine nel quartiere Cep, denunciati cinque giovani pugliesi

Una segnalazione in piena notte al 113, denunciava la presenza di alcuni giovani che armeggiavano vicino ad una Fiat Panda e a due Fiat 500 parcheggiate. La Volante ferma i cinque in via Gramsci

Cinque giovani di San Severo, di cui due 20enni, un 19enne e due minorenni, rispettivamente di 16 e 17 anni, sono stati denunciati dalla polizia perché in concorso tra loro, hanno tentato il furto di alcune autovetture in particolare nella zona del quartiere Cep di Campobasso. Uno dei minori inoltre si è reso responsabile del reato di possesso ingiustificato  di oggetti atti allo scasso.

Una segnalazione in piena notte al 113, denunciava la presenza di alcuni giovani che armeggiavano vicino ad una Fiat Panda e a due Fiat 500 parcheggiate in strada in una delle vie del Cep.

Una pattuglia della Volante, dopo un giro di perlustrazione sul posto, ha notato la presenza delle due macchine, in sosta e con i finestrini aperti, senza tuttavia riscontrare la presenza di alcuno nei paraggi. Avvisati nell’immediato i proprietari delle auto, questi hanno confermato che le proprie autovetture erano state lasciate in sosta altrove e non nel luogo del rinvenimento.

Nello stesso tempo al 113 sono arrivate altre telefonate che segnalavano la presenza di un giovane che, a bordo di un monopattino, si aggirava nel quartiere.

Presumendo si trattasse di un malintenzionato che stesse tentando di portare a termine un furto d’auto, gli agenti hanno continuato a perlustrare l’area notando, in via Gramsci, una Fiat Bravo con a bordo 5 ragazzi che fingevano di dormire.

I giovani, alcuni dei quali privi di documenti, sono stati accompagnati in Questura per l’identificazione da cui è risultato trattarsi di 3 maggiorenni e 2 minorenni. È stato, inoltre, accertato che l’autovettura a bordo della quale erano stati trovati i giovani risulta intestata al padre di uno di loro, titolare di autolavaggio e rivendita all’ingrosso di autoveicoli.

A carico di alcuni dei cinque soggetti sono emersi dei precedenti di polizia, anche specifici. Inoltre, a seguito della perquisizione personale e del mezzo, sono stati rinvenuti un cacciavite e due chiavi di autovetture con la scritta “Fiat”, materiale sequestrato dagli Agenti.

Nel contempo le parti offese, alle quali le autovetture sono state restituite, hanno sporto denuncia ed i cinque giovani sono stati deferiti in stato di libertà alle competenti Procure della Repubblica per tentato furto aggravato in concorso.

Considerata, inoltre, la presenza ingiustificata dei tre soggetti maggiorenni a Campobasso, il questore ha emesso nei loro confronti la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio, con il divieto di fare ritorno nel Comune di Campobasso per  tre anni.

Infine, in considerazione del mancato rispetto delle misure anti-covid, nei confronti dei cinque denunciati è stata contestata anche la sanzione amministrativa prevista dalla normativa vigente in materia. Al termine delle formalità di rito, i due minori sono stati affidati ai genitori.