Quantcast

Penitenziaria e detenuti ancora senza vaccini, Di Giacomo: “Pronto l’esposto in Procura. E’ raccapricciante”

Negli Istituti penitenziari del Molise non è ancora iniziata la vaccinazione contro il Covid 19 e Aldo Di Giacomo in una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina davanti all’Istituto di pena di via Cavour ha denunciato le inadempienze esistenti.

Così come aveva fatto già due mesi fa ricordando alle autorità i gravi rischi nei penitenziari  a causa della pandemia. “Da due mesi – ha detto il segretario del sindaco di polizia penitenziaria – è cambiato nulla. Nessuno ci ha fornito una data né alcuna delucidazione al riguardo. In Molise è davvero raccapricciante quanto sta accadendo”.

E tutto accade  “Nonostante una circolare del Ministero della Salute che prevede altro”. In tutte le altre Regioni il piano vaccinale per la Polizia penitenziaria è iniziato già a febbraio ma in Molise ancora non se ne ha traccia “Noi siamo alla metà di aprile – continua Di Giacomo – e praticamente fermi al palo”.

L’onorevole Roberto Speranza, con l’emissione della propria circolare, ha raccomandato quali sono le urgenze di somministrazioni per le varie categorie di lavoratori e dunque: la priorità di somministrazione sarà per il personale scolastico e universitario docente e non docente, per le forze armate e di Polizia, per i setting a rischio quali penitenziari e luoghi di comunità e per il personale di altri servizi essenziali e, a seguire, per il resto della popolazione.

Per la Polizia penitenziaria Nessuno sa niente”. Circostanze incomprensibili rispetto alle quali Di Giacomo ha anche annunciato di essere in contatto con uno studio legale per eventuali azioni penali a carico di presunti responsabili di quelle “che sono vere e proprie negligenze. Non escludo di presentare l’esposto in Procura già la prossima settimana”.