Quantcast

Ancora code fuori dal San Timoteo: “Noi al freddo dalle 6 mentre l’ospedale è sbarrato”

Fioccano le proteste dopo l'ennesima mattinata di disagi fuori dal nosocomio termolese. "Almeno potrebbero far stare sotto il tendone dell'accoglienza"

Più informazioni su

File interminabili iniziate addirittura alle 6 del mattino, con gente in attesa di poter entrare all’interno dell’ospedale San Timoteo di Termoli e costretta a stare in strada e al freddo. Scene che si ripetono troppo spesso e che stamane 17 aprile hanno visto l’ennesimo episodio.

“Quando sono arrivato l’ingresso all’ospedale era sbarrato e chiuso con lucchetto. La cosa davvero spiacevole è che non si poteva accedere nemmeno alla tenda che precede l’ingresso dell’ospedale. Per questo non c’era modo di ripararsi e a quell’ora del mattino faceva davvero freddo”. La segnalazione di un cittadino termolese viene confermata anche dalle foto sia quelle delle prime ore di oggi che quelle di metà mattina che mostrano una coda ancor più numerosa.

L’ospedale di Termoli una volta era aperto di giorno e di notte – prosegue -, adesso soltanto fino a una certa ora. Stamattina l’infermiera che si occupa anche della misurazione della temperatura corporea all’aperto l’accesso alle 7,35 ma tanti come me erano lì da oltre un’ora senza nemmeno poter stare sotto il tendone dell’accoglienza mentre il vento gelido spazzava il piazzale del San Timoteo”.

Purtroppo le lunghe attese e le code sono dovute anche al contingentamento degli ingressi a causa delle restrizioni e del distanziamento fisico necessario per evitare il contagio da covid.

C’è poi il forte disagio già segnalato che è dovuto dalle lunghe attese per prenotare delle visite al Cup dell’ospedale. Prenotazioni che al giorno d’oggi potrebbero essere fatte comodamente a casa tramite il proprio pc o il proprio cellulare via Internet mentre invece nonostante la pandemia molti cittadini sono ancora costretti a uscire di casa e a stare per ore in fila col rischio assembramento per un’operazione realizzabile in pochi minuti.

Più informazioni su