Quantcast

All’architetto Aida Caruso il Premio internazionale alla cultura ‘Luca Romano’

Un altro importante riconoscimento per l’architetto Aida Caruso che ha ricevuto il “Premio internazionale alla cultura Luca Romano 2021”. Orgoglio e grande soddisfazione per la professionista termolese che lo scorso anno era stata premiata con il “Premio Adriatico internazionale per l’arte”.

E’ l’ennesimo prestigioso tassello nella vita professionale dell’artista, scrittrice e docente oltre che ricercatrice sui Beni architettonici e storico-artistici del territorio.

Aida Caruso ha pubblicato libri per l’Istituto Regionale di Studi Storici e per l’Istituto di Ricerca Educativa. Ha collaborato in progetti con l’Università di Firenze e con l’Unimol sulla catalogazione dei Beni culturali e i relativi eventi espositivi. Ha svolto il compito di componente del consiglio direttivo e curatrice delle mostre nell’“Istituto Italiano dei castelli – sezione Molise” dal 2002 al 2013 ed ha fondato nel 2010 l’associazione “Cantieri Creativi”, dove lavora come operatrice culturale.

Curatrice di mostre e relatrice in numerosi convegni, è presente con articoli e opere scultoree e pittoriche in volumi e riviste internazionali.

Moltissimi i suoi riconoscimenti. Ecco alcuni: nel campo dell’architettura, il 1° Premio al concorso d’idee per il Recupero del borgo antico di Termoli e redazione del Piano; della fotografia, il 1° Premio Alfredo Trombetta a Campobasso; del video, il 1° premio alla mostra internazionale del cinema di Viterbo; della pittura, il 1° Premio al concorso della Tèmenos, a Monteroduni (IS) e 1° premio al Concorso Cisl a Termoli; della scultura, 2° premio al Festival internazionale dell’arte a Bari.

Aida Caruso ha scritto anche numerose monografie (come ‘Quando il pericolo veniva dal mare – Il castello di Termoli, con l’introduzione del professor M. Civita, 1995; ‘Frammenti di memoria – L’antica cattedrale di Guardialfiera con l’introduzione del prof. F. D’Episcopo, Istituto di studi storici 2005; ‘Molise: disegni e cartografia storica’ – Istituto di studi storici 2006). Ha curato libri ed è stata anche illustratrice di testi (come “Ciao Giù”, memorial su Giulio Rivera, di Adele Terzano 2020).