Quantcast

Al bar in barba ai divieti, multati a Termoli titolare e due clienti. Evade dai domiciliari, arresto nel capoluogo

Beccati al bancone di un bar: in zona arancione non si può. Un 53enne è stato arrestato dalla Polizia per non aver rispettato i domiciliari.

Come noto, in zona arancione i bar e i ristoranti sono aperti fino alle 18 ma solo per il servizio da asporto. Evidentemente, il titolare di un bar e alcuni clienti di Termoli mal sopportavano la norma in vigore da tempo e hanno deciso di violarla. Il personale della Squadra Amministrativa della Questura, assieme agli uomini del Commissariato, ha sanzionato così il titolare del locale e due avventori che consumavano bevande in tutta tranquillità, in violazione del Dpcm dello scorso 2 marzo, che per i servizi di ristorazione impone il divieto di consumazione sul posto nelle regioni in zona arancione.

Nel capoluogo è stato invece effettuato un arresto. Un uomo era ai domiciliari e se ne andava in giro tranquillamente. Ma è stato beccato ieri, 14 aprile, dal personale della Squadra Volante, assieme agli operatori della Squadra Mobile. E’ stato così arrestato un 53enne di Campobasso, dando esecuzione all’Ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza del capoluogo. L’uomo, infatti, era sottoposto alla domiciliare.

In realtà il provvedimento è scattato di fronte alle reiterate condotte dell’uomo, la cui personalità, “sprezzante e refrattaria alle prescrizioni imposte dalla detenzione domiciliare” dicono dalla Questura, ha consentito la tempestiva denuncia dello stesso per il reato di evasione, da cui è scaturito l’aggravamento della misura alternativa al carcere già disposta nei suoi confronti. Il 53enne è stato associato alla locale Casa Circondariale.

Prosegue dunque l’attività di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato della Provincia di Campobasso, finalizzata anche alla verifica del rispetto sulle disposizioni anti-covid stabilite dalla normativa vigente.