Quantcast

Test per gli anticorpi antiCovid, anche da Larino arriva l’appello ad Asrem

Più informazioni su

Anche dal tavolo tecnico-scientifico del Comune di Larino (appelli in tal senso erano arrivati anche da fonti ospedaliere del nosocomio San Timoteo di Termoli, ndr) arriva la richiesta ad Asrem di dotarsi con estrema urgenza degli strumenti necessari ad effettuare il dosaggio degli anticorpi, al fine di tutelare al meglio la salute dei cittadini e degli operatori sanitari.

Contagiata operatrice sanitaria No Vax. Niente test su anticorpi in ospedale, a chi conviene?

“Il Tavolo permanente tecnico scientifico del Comune di Larino – strumento operativo e consultivo del Comune di Larino istituito con deliberazione del consiglio comunale n. 7/2021 con l’obiettivo di  promuovere iniziative ed azioni a favore del diritto alla salute – si è occupato dell’importante questione del dosaggio degli anticorpi neutralizzanti Covid nel corso delle riunioni del 13 e 17 marzo scorsi”, spiegano dall’amministrazione.

Gli anticorpi neutralizzanti Covid-19 sono una classe di anticorpi che inattiva il virus Sars-Cov-2, rendendolo non più in grado di infettare le cellule. Sappiamo che possono svilupparsi in seguito al vaccino o alla esposizione al virus nel corso di una infezione naturale e forniscono una immunità acquisita.

I componenti del Tavolo hanno evidenziato che “a livello clinico è di fondamentale importanza determinare la quantità di anticorpi nel sangue, non solo per verificare l’efficacia vaccinale dopo l’inoculo, ma anche per dirimere importanti decisioni sulla scelta di vaccinare o meno persone che sono venute in contatto con il virus nel corso di infezioni asintomatiche in cui spesso non c’è stata produzione di anticorpi neutralizzanti sufficienti ad assicurare l’immunità”.

Si tratta dunque di una rilevazione di fondamentale importanza, soprattutto “per stabilire se il vaccino abbia prodotto la necessaria risposta anticorpale negli operatori sanitari, che sono a contatto quotidiano con il rischio di esposizione al virus”.

Da Larino dunque si alza la voce per chiedere alla Regione e alla sua Azienda sanitaria di dotarsi, con estrema urgenza, degli strumenti necessari ad effettuare il dosaggio. Un modo per tutelare e la salute dei cittadini e quella degli operatori sanitari.

 

Più informazioni su