Quantcast

Scampata al crollo della Jovine, si arrende al covid la prof Terzano. Altro decesso fuori regione

Giorno di lutto a Montelongo per la perdita della professoressa e di un suo concittadino 80enne. In queste ore si apprende anche della morte di un termolese di 55 anni che era stato trasferito a Roma con la rete Cross

Era scampata al crollo della scuola ‘F. Jovine’ di San Giuliano di Puglia di 18 anni e mezzo fa ma si è arresa al Covid-19.

Concetta Terzano, professoressa ormai in pensione, non ce l’ha fatta a sopravvivere: troppo gravi le complicanze seguite all’infezione. La donna era molto benvoluta e stimata e la sua dipartita ha lasciato sgomenti molti che hanno avuto il piacere di conoscerla. Originaria di Montelongo ma per anni professoressa delle medie a San Giuliano di Puglia, in quella stessa scuola ‘sciagurata’ dove hanno trovato la morte, in quel tragico 31 ottobre, 27 bambini ed una maestra. Lei c’era, ha visto tutto con i suoi occhi e non l’ha mai dimenticato.

Sul profilo Facebook della donna tanti messaggi di cordoglio, come questo: “Te ne sei andata e lasci una voragine immensa ma tantissimi ricordi bellissimi”. Disponibilità, semplicità e genuinità: queste le doti che tutti coloro che l’hanno conosciuta hanno impresso.

Poche settimane fa il marito della professoressa Terzano era stato strappato alla vita e la sofferenza della donna è stata sicuramente doppia in questi tristi giorni.

 

É una giornata molto triste per Montelongo, piccolo comune di circa 350 anime, perchè oltre alla professoressa Terzano (72 anni) se n’è andato (sempre per Covid) un uomo di 81 anni proprio nelle stesse ore.

I morti con la Covid-19 nella nostra regione, arrivati fino a stamane a 407 (dopo la notizia della morte del dottore Alfredo Lestini), continuano a crescere ed è un bilancio drammatico che probabilmente salirà e ve ne renderemo conto nel consueto bollettino serale. Intanto si apprende del decesso (non comunicato dall’Asrem perchè avvenuto fuori regione) di un termolese di soli 55 anni (ieri c’era stato un 54enne sempre di Termoli deceduto al Neuromed) che era stato trasferito, tramite la rete Cross, a Roma. Il 9 marzo il suo cuore ha smesso di battere e i funerali si terranno domani a Termoli.