Quantcast

Quattordici nuovi aceri lungo via Trivisonno: “Eliminate piante non adatte”

L'assessore Cretella: "Negli scorsi decenni si è fatto un ricorso smodato al cipresso dell'Arizona, una pianta alloctona, fortemente allergenica".

E’ terminata la messa a dimora di quattordici nuovi aceri lungo la discesa di via Trivisonno. Le piante hanno sostituito i cipressi dell’Arizona ed alcuni pini eliminati qualche mese fa nell’ambito dei lavori di riqualificazione del marciapiedi, completamente distrutto dalle radici affioranti dei vecchi alberi.

“La corretta gestione del verde pubblico urbano passa anche attraverso la scelta coraggiosa di dover eliminare alberi poco adatti o posizionati nei posti sbagliati, con la contestuale messa a dimora di nuove essenze, scelte con criteri più ragionevoli – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Simone Cretella -. Purtroppo, infatti, negli scorsi decenni si è fatto un ricorso smodato al cipresso dell’Arizona, una specie sempreverde, particolarmente rustica e di rapido accrescimento. Però è una pianta alloctona, fortemente allergenica, spesso problematica nei contesti urbani, soprattutto quando presente in misura così importante ed invadente. Stesso dicasi per i pini, quando collocati su marciapiedi o a bordo strada”.

Alberi via Trivisonno

“Opportuno quindi, evitando soluzioni drastiche che comporterebbero una ingiustificata sottrazione massiva di verde urbano, procedere ad una graduale sostituzione per lotti ogni qualvolta se ne presenti l’occasione – prosegue Cretella -, come nel caso della riqualificazione dello scorso anno di via del Castello e del recente intervento su via Trivisonno. Viali che, nel giro di qualche anno sfoggeranno tutta la bellezza di meravigliosi filari di pregiati aceri, a beneficio del decoro e della bellezza dell’intera città”.