Quantcast

Plebiscito dem per Enrico Letta. I commenti dal Molise: “Ora costruiamo un nuovo Pd”

860 voti a favore, 2 contrari e 4 astenuti: questo il responso dell'assemblea nazionale dem per il nuovo segretario eletto al posto di Zingaretti. Bibiana Chierchia e Carlo Veneziale: "Rifondare un partito protagonista e perno della politica nazionale ed europea"

Un plebiscito. 860 voti a favore, 2 contrari e 4 astenuti: questo il responso al termine dell’assemblea del Partito democratico che oggi (14 marzo) ha eletto il nuovo segretario. Enrico Letta, ex presidente del Consiglio dei Ministri ‘spodestato’ da Matteo Renzi, guiderà i democratici al posto del dimissionario Nicola Zingaretti.

“Mi candido a nuovo segretario ma so che non vi serve un nuovo segretario: vi serve un nuovo Pd”, le parole di Letta nel suo intervento riportato dall’Ansa. “Progressisti nei valori, riformisti nel metodo e radicalità nei comportamenti tra di noi”.

Rifondare il centrosinistra, azioni per i giovani, la centralità dei giovani, la pandemia: questi i principali passaggi del ‘timoniere’ dem.

“Dobbiamo pensare che abbiamo vinto e governato quando abbiamo fatto coalizione. Quando siamo andati per conto nostro abbiamo perso. 1996 e 2006, eravamo guidati da Prodi. La coalizione è fondamentale: io ci credo. Ad aprirsi ci si guadagna sempre. Dobbiamo costruire un nuovo centrosinistra, su iniziativa e leadership del Pd. Parlerò nelle prossime settimane parlerò con tutti. L’incontro col Cinque stelle guidato da Conte lo dobbiamo fare, sapendo che non sappiamo ancora come sarà quel M5s. Arriveremo con rispetto a ambizione”, ha spiegato. “Io credo nella coalizione. Dobbiamo costruire un nuovo centrosinistra su iniziativa e leadership del Pd. Parlerò con tutti coloro che sono interessati a un dialogo: parlerò con Speranza, con Bonino, con Calenda, con Renzi, con Bonelli, Fratoianni, con tutti gli altri possibili interlocutori anche nella società. Questo nostro centrosinistra andrà all’incontro con il Movimento 5 stelle, che sarà guidato da Giuseppe Conte, al quale va il mio saluto affettuoso”.

All’assemblea hanno partecipato anche i dem molisani, collegati ovviamente in modalità telematica come previsto dalle misure anti-contagio.

Bibiana Chierchia e Carlo Veneziale, componenti dell’assemblea nazionale, sono i primi a commentare l’elezione del nuovo segretario democratico: “C’eravamo anche dal Molise, come componenti eletti dell’assemblea nazionale del Pd, oggi su quella piattaforma seguita da tantissimi in streaming.

Anche dal Molise noi oggi, alle 13 abbiamo scelto e votato Enrico Letta perché con lui siamo convinti  che sia arrivata l’ora  e che occorra costruire un nuovo Pd. Un Partito Democratico che sia cura, cuore, ascolto, accoglienza di tutte e tutti.

Dei territori soprattutto, del nostro territorio, del nostro Molise anche: il nuovo PD oggi, con urgenza, deve curare i divari generazionali, di genere, territoriali. Deve con urgenza curare la sanità pubblica, l’occupazione , in primis quella femminile, le differenze economiche e sociali. Perchè davvero è la politica della prossimità quella che cambia i destini delle comunità e delle donne e degli uomini delle comunità.

Un partito di prossimità e allo stesso tempo un partito protagonista e perno della politica nazionale ed europea: un PD che urli forte la propria visione e che la proponga ad altre forze,  ma tenendo posizione e ruolo senza cedimenti e ambiguità.

Votando Enrico Letta, insieme ad altri 800 e più delegati dell’assemblea abbiamo votato per il Partito Democratico. Con il PD nel cuore”.

(foto pagina Facebook Partito democratico)