Quantcast

Campobasso riceve 3,5 milioni per frane e Collina Monforte. L’asilo di via S. Lorenzo sarà demolito

L'amministrazione comunale ha ricevuto un finanziamento complessivo di 4 milioni e 660mila euro per la realizzazione di una serie di opere sul territorio. La parte più cospicua (quasi 1 milione) servirà al consolidamento della Collina Monforte, altrettanti per gli argini del torrente Scarrafone. 400mila euro per intervenire in Contrada Macchie, mezzo milione per il consolidamento delle frane vicine al canile di Santo Stefano e il cimitero, e altri 600mila per il risolvere una parte del dissesto sulla Fondovalle Rivolo.

Il Comune di Campobasso ha ottenuto un finanziamento di 4 milioni e 660mila euro per la realizzazione di una serie di opere sul territorio cittadino. Nello specifico, l’amministrazione guidata dal sindaco Gravina ha richiesto e ottenuto dal Ministero dell’Interno l’assegnazione dei contributi ai comuni per investimenti sulla messa in sicurezza degli edifici e del territorio previsti dalla legge 145 del 30 dicembre 2018. Ed è lo stesso primo cittadino, insieme con l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Amorosa, a darne conto.

“L’erogazione del contributo del 20% del finanziamento ottenuto per le opere che avevamo individuato ed indicato come finanziabili, arriverà, secondo quanto stabilisce il programma ministeriale, nelle prossime settimane”, ha detto Gravina. “Così come da noi richiesto, il Ministero ha ritenuto valide le nostre proposte per il finanziamento dei lavori che avevamo appositamente provveduto a presentare già nel settembre scorso – ha sottolineato l’assessore Amorosa”.

Nello specifico, al Comune capoluogo sono stati riconosciuti contributi pari a 965mila euro per il consolidamento della Collina Monforte. Altrettanti per la risagomatura e il consolidamento degli argini del torrente Scarrafone. Inoltre, un contributo di 250mila euro per consolidamento, smottamento e canalizzazione delle acque di scorrimento superficiale della strada Colle Leone (di sotto). E ancora, 400mila euro per la frana di Contrada Macchie, mezzo milione per il consolidamento delle frane di Santo Stefano presso il canile e il cimitero, e altri 600mila per il consolidamento della frana sul versante Santo Stefano della Fondovalle Rivolo.

Infine, ci sono novità per l’asilo che si trova tra via Tiberio e via San Lorenzo che era stato oggetto – come altre dieci scuole della città – delle indagini sismiche svolte dagli ingegneri dell’Università del Molise per volontà dell’amministrazione comunale guidata nella scorsa legislatura da Antonio Battista (Pd). Il progetto era stato rilanciato dall’attuale governo M5S .

Bollino rosso per le scuole del capoluogo: non sono sicure. Tre da abbattere e un asilo nido da chiudere

“Per la demolizione e ricostruzione della scuola dell’infanzia di Via Tiberio – l’annuncio del titolare dei Lavori pubblici – abbiamo ottenuto un contributo pari a 980mila euro. Per quest’ultima opera ammessa al finanziamento, bisogna attendere il prossimo stanziamento delle risorse economiche”. Il decreto di assegnazione dei contributi prevede di affidare i lavori per la realizzazione delle opere entro i termini di dieci mesi per le opere fino a 750mila euro, mentre per quelle superiori a detto importo ci sono 15 mesi di tempo.