Quantcast

Lavoro in nero e irregolare: tre attività sospese e 44mila euro di multe

Controlli serrati del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Campobasso in aziende agricole, attività commerciali e cantieri.

Tre attività imprenditoriali sospese, otto tra lavoratori in nero e irregolari e multe per oltre 44mila euro. É quanto emerso dai controlli che il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Campobasso ha portato avanti in varie aziende tra Termoli e Larino. Si parla nello specifico di cantieri, aziende agricole e attività commerciali.

Entrando nei dettagli dell’operazione portata avanti a inizio 2021 assieme al personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, sono state controllate 30 aziende, di cui 13 risultate irregolari, individuati 46 lavoratori (dei quali 4 in nero e 4 irregolari), sospese 3 attività imprenditoriali, contestate 3 sanzioni amministrative, per un importo totale di 1.200 euro. Inoltre sono state segnalate 12 persone all’Autorità Giudiziaria per violazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e comminate ammende pari a euro 44.612.

In particolare, nei confronti di un’attività di autolavaggio, il titolare è stato segnalato all’Autorità competente per non aver sottoposto i dipendenti alla prescritta sorveglianza sanitaria e per aver occupato in nero due lavoratori tra cui uno sprovvisto del permesso di soggiorno. Dovrà pagare una multa di 4.200 euro e gli è stata sospesa l’attività imprenditoriale per aver impiegato alle proprie dipendenze personale in nero in misura superiore al 20% dei lavoratori occupati.

I controlli dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro proseguiranno per prevenire il fenomeno dello sfruttamento, nonché il ricorso a manodopera occupata in violazione di legge e contrastare infortuni sul lavoro nei diversi settori produttivi, specialmente quelli del settore edile e del comparto agricolo.