Quantcast

La Magnolia in Veneto per blindare il nono posto. Sabatelli: “Match decisivo”

Coach Mimmo Sabatelli indica la strada alle sue: "Il lavoro difensivo sarà fondamentale come nelle ultime uscite". Gara dal sapore speciale per Samantha Ostarello, ex di giornata al pari di Ciavarella nel quintetto ospitante. Rossoblù determinate.

La penultima trasferta della regular season con la volontà di dare continuità al bell’exploit di domenica all’Arena contro la Geas Sesto San Giovanni. Nel primo giorno di primavera La Molisana Magnolia Campobasso è determinata a veder ‘sbocciare’ sulla scia del suo essere ‘fiore d’acciaio’ quello che ha rappresentato l’intendimento prioritario del club per questa stagione: ossia la salvezza. Un obiettivo che potrebbe essere tale, in caso di una combinazione di risultati favorevoli, già domenica sera con la certezza matematica del nono posto, che porterebbe ad evitare le pastoie dei playout concludendo il percorso già il prossimo 10 aprile in concomitanza con la ventiseiesima (ed ultima) giornata di campionato.

VALORE IMPORTANTE Un aspetto particolarmente chiaro in tutto l’entourage rossoblù, come testimoniato anche dalle sensazioni della vigilia del coach Mimmo Sabatelli.

“Senz’altro – discetta il tecnico – è un match per noi dal valore non indifferente perché un eventuale referto rosa potrebbe farci fare, da un lato, un passo decisivo verso la salvezza e dall’altro spingerci ad entrare con forza nel rush finale per un eventuale piazzamento playoff, un traguardo di assoluto spessore per la nostra prima stagione nella Techfind Serie A”.

ASSOLUTA SERENITÀ A dar manforte ad un simile intento è anche lo stato di salute fisico ed emotivo del gruppo campobassano.

“La squadra sta bene ed è motivata. Anche questa settimana di allenamenti è stata proficua. La vittoria contro Sesto San Giovanni ci ha dato ulteriori certezze, ma non dobbiamo affatto abbassare la guardia, anche perché il San Martino di Lupari, sul proprio parquet, ha avuto la meglio su formazioni del calibro della Virtus Bologna, legittimando appieno il suo piazzamento in zona playoff. Per avere la meglio su di loro sarà necessaria una gara quasi perfetta”.

CLICKABIT RECENTE Dalla loro, però, le magnolie – con l’ultima affermazione – potrebbero, secondo molti, aver dato un clic alla propria stagione, essendo riuscite a sfatare quello che rischiava di poter essere annoverato come un vero e proprio tabù: ossia avere la meglio su formazioni più avanti in classifica.

“Senz’altro quella gara, peraltro giocata punto a punto sino alla fine, ci ha portato a prendere ulteriore convinzione nei nostri mezzi. Le ragazze sono state brave ad emergere con un’affermazione di prestigio, ma non dobbiamo commettere l’errore di cullarci sugli allori, perché finiremmo col commettere l’errore più grave possibile. Senz’altro ci prendiamo quanto di buono fatto, ma si tratta esclusivamente di un punto di partenza perché in questi giorni abbiamo lavorato sodo preparando in maniera dettagliata una partita fatta di profonda applicazione contro un’avversaria che dà vita ad una gran bella pallacanestro”.

BITTERSWEET MEMORIES Alll’andata, lo scorso sei dicembre, le magnolie in piena emergenza dovettero cedere di ventuno (49-70) sul parquet dell’Arena contro le proprie avversarie.

“Senza dubbio una partita totalmente differente in cui soffrimmo le rotazioni risicate perché eravamo in piena emergenza. Ora come ora abbiamo l’opportunità di avere opzioni sia in area che sul perimetro, nonché di poter controllare il gioco, ma tutto partirà dal controllo dei loro punti di riferimento offensivi, cercando di difendere in maniera aggressiva”.

MINISTERO DELLA DIFESA E, in effetti, è proprio dal lavoro nella propria area che trae forza la Magnolia 2.0 proiettata con forza su di un confronto dal sapore speciale per due delle protagoniste nella loro veste di ex di giornata: Samantha Ostarello tra le rossoblù, Giulia Ciavarella, invece, tra le venete.

“Senz’altro – chiosa Sabatelli – la filosofia alla base della costruzione di questo gruppo è stata quella di aver un organico fisico e compatto che, partendo da una difesa forte, traesse energia per poi proiettarsi in attacco, in una sorta di inerzia offensiva, alla ricerca di tiri ad alta percentuale. Pertanto, questa deve essere a tutti gli effetti un’arma per il nostro gruppo in vista di questo sprint finale”.

ARBITRI E LIVE Con palla a due alle ore 18 e trasmissione in esclusiva diretta streaming su Lbftv, la piattaforma pay della Lega Basket Femminile, il match in casa del San Martino di Lupari per La Molisana Magnolia Campobasso avrà, quali direttori di gara, il genovese Paolo Puccini, la palermitana Angela Rita Castiglione ed il bolognese Daniele Calella.