Quantcast

L’Italia sospende in via precauzionale l’utilizzo del vaccino AstraZeneca. Riunione per riprogrammare la campagna in Molise

L'Agenzia italiana del farmaco ha disposto la sospensione temporanea in attesa delle verifiche dell'Ema. Vertice in Molise per decidere come riorganizzare la campagna di vaccinazione che verosimilmente subirà dei ritardi

L’Agenzia italiana del farmaco ha sospeso il tutto il territorio italiano in via precauzionale e temporanea l’utilizzo del vaccino AstraZeneca contro il covid-19. La decisione ufficializzata poco dopo le 16 di oggi ha chiaramente valenza anche sul territorio molisano, dove attualmente sono state somministrate oltre 5.000 dosi del siero anglo-svedese su un totale di circa 39mila inoculazioni.

“Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei – si legge in una nota dell’Aifa -. Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso. L’Aifa, in coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione

Aifa renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose”.

Nelle scorse ore inoltre i carabinieri del Nas, su disposizione della Procura di Biella, avevano avviato il sequestro delle dosi del Lotto ABV5811 di AstraZeneca che l’unità di crisi della Regione Piemonte aveva sospeso ieri in seguito al decesso di un insegnante di musica, morto 24 ore dopo aver ricevuto una dose di AstraZeneca.

Le attività di sequestro sono in corso di svolgimento in tutti gli Hub di distribuzione e i centri di vaccinazione dove sono state consegnate complessivamente 393.600 dosi relative al lotto di vaccino Covid-19 ABV5811. Questo lotto è stato utilizzato in Molise per vaccinare gli insegnanti nei giorni scorsi.

La scorsa settimana identico provvedimento di sequestro era stato disposto dalla Procura di Siracusa per un’altra morte. In quel caso il lotto ABV2856 era stato somministrato a oltre 1.100 molisani.

In nessuno dei casi oggetto di inchiesta attualmente è stato provato che ci sia un nesso di causa-effetto fra la somministrazione del vaccino e il decesso. Inoltre, la decisione di sospendere l’utilizzo di AstraZeneca in Italia è stata presa in via del tutto precauzionale e temporanea prima dei pronunciamenti dell’Agenzia europea del farmaco che è attesa domani, martedì 16 marzo.

Andrà chiaramente rimodulata la campagna vaccinale in tutta Italia e di conseguenza anche nella nostra regione. A questo proposito nel pomeriggio di oggi è attesa una cabina di regia fra l’Asrem e la struttura commissariale, rappresentata chiaramente soltanto dalla sub commissaria Ida Grossi, per decidere come riorganizzare le vaccinazioni.

Molto probabili, a questo punto, dei ritardi nella campagna di vaccinazione.