Hidro Sport, una ripartenza a suon di primati: Giovanna Muccitto in evidenza

Si è svolta la terza tappa della Coppa Tokyo, valida per il Campionato Italiano indoor su base regionale.

Ritorno alle competizioni dopo 5 settimane vissute tra incertezze, disagi e preoccupazioni relative alla situazione pandemica, che non hanno però scalfito minimamente lo spirito combattivo degli atleti gialloblu, capaci di prodursi in una serie infinita di primati personali e prestazioni di caratura nazionale, all’interno delle loro categorie di competenza. Tra le tante note positive spiccano, senza dubbio, le prestazioni della giovanissima Giovanna Muccitto, classe 2008, capace di notevoli progressi nei 100 e 200 farfalla (1’07”60-2’33”84) e nei 400 misti (5’22”91) che la proiettano decisamente in alto nelle graduatorie nazionali.

Sempre in campo femminile fioccano i primati personali anche grazie a Sara Colalillo, 1’07”04 nei 100 dorso; Fiorella Colanzi, 100 e 200 farfalla in 1’04”77 e 2’20”13; Claudia De Tullio, che si conferma ad alti livelli nei 100 rana con 1’16”12 e desta impressione anche a stile libero, dove firma i primati di 50 e 100 (28”49-1’02”12); bene anche Chiara Testa, 100 e 200 dorso con 1’09”83 e 2’30”79; Chiara Oriente, 400 e 800 SL (4’58”09-10’20”26); Vincenza Mastrangelo sui 400 stile libero firma il personale in 4’37”92.

Ancora ottime prestazioni, arricchite da primati personali per Domitilla Oriente, Ester Spedalieri, Jenna Carissimi, Giulia La Barbera, Lorenza Miceli, Sara Sabella, Annalaura Mariano, che mettono in evidenza il costante processo di crescita e ricerca del perfezionamento tecnico che la Hidro Sport, da anni, mette ripetutamente in campo a favore delle prestazioni generali di squadra.

In campo maschile (qui in una foto d’archivio alcuni dei protagonisti) ancora una volta i big giallo-blu non deludono le aspettative, con Marco Gallesi sempre tra i maggiori protagonisti, capace stavolta di attaccare il tempo limite di qualifica per i Campionati Italiani Assoluti in scena a Riccione dal 31 Marzo prossimi anche nei 100 farfalla, dopo esserci riuscito nella mezza distanza qualche settimana fa. L’ottimo velocista del 2003 si impone con un eccellente 54”82 distante appena 3 centesimi dal tempo limite richiesto e procede spedito anche nei 50 stile libero vinti in 23”23, gara dove il tempo limite è appena 11 centesimi inferiore.

Ma la profondità di talenti in forza alla campagine giallo-blu si evince dalla moltitudini di record personali infranti anche nel settore maschile, tra cui spiccano per valore assoluto il 23”90 di Emanuele Perlino sui 50 stile libero, il 24”68 ed il 53”37 di Ermanno Tedeschi nei 50 e 100 stile libero e la doppia affermazione con relativi primati di Daniel Agostini nei 100 e 200 dorso (59”91-2’10”08.

Brillanti anche le prove di Antonio Mascilongo con i suoi nuovi primati nei 100 stile libero (54”60), nei 50 e 100 rana (31”73-1’11”82); di Giovanni Oriente che si aggiudica i 400 stile libero ed i 400 misti nella categoria ragazzi (4’15”12-4’47”11); Patrick Comodo ritorna ad ottimi livelli sui 400 stile libero vinti in 4’06”51; progressi anche per Alessandro Catelli (100 rana 1’11”16), Giuseppe Mariano (100 rana in 1’12”49), così come si migliorano Simone Silvestri (100 rana 1’14”05), Emanuele Iannone nei 100 e 200 farfalla (1’01”58-2’18”48), Mario Colalillo nei 100 farfalla (1’02”73). Si è trattato dunque di un appuntamento in cui i ragazzi e le ragazze giallo-blu si sono fatti trovare pronti proprio nel momento in cui la stagione indoor entra nel vivo, ci saranno ancora altri due appuntamenti nelle prossime settimane per provare a limare ancora di più i dettagli tecnici e fisici e provare a produrre un ulteriore step di crescita che potrà ulteriormente mettere in luce i talenti Hidro Sport in ambito nazionale.