Quantcast
Campobasso

Evade continuamente i domiciliari, il tribunale lo rispedisce in carcere

La squadra mobile ha condotto in carcere un noto pregiudicato del posto, di anni 54, dando esecuzione alla sospensione della misura alternativa della detenzione domiciliare disposta in precedenza nei suoi confronti dal Tribunale di Sorveglianza.

L’uomo, sottoposto alla detenzione domiciliare, negli ultimi tempi è stato più volte sorpreso dalla polizia fuori dalla propria abitazione. In particolare, già agli inizi del mese di febbraio, era stato notato da un equipaggio dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico mentre girovagava per il centro cittadino.

Gli operatori, nella circostanza, lo hanno fermato e ricondotto presso la propria abitazione, ripristinando la misura della detenzione domiciliare.

Lo scorso 4 marzo, inoltre, il 54enne è stato notato dagli agenti della Polfer di Campobasso nei pressi della stazione ferroviaria e dopo gli accertamenti di rito gli operatori hanno proceduto a denunciare l’uomo per il reato di evasione. Noncurante di quanto accaduto, l’uomo si è allontanato da casa anche il giorno successivo ed è stato ugualmente sorpreso dalla squadra volante a girovagare per le vie cittadine. Anche in tale circostanza è stato denunciato per evasione e riaccompagnato presso l’abitazione.

Per i numerosi episodi in cui si è allontanato dalla propria abitazione senza addurre idonee giustificazioni, nella giornata di ieri il Magistrato di Sorveglianza ha stabilito con proprio provvedimento che l’uomo fosse associato alla Casa circondariale di Campobasso, trasformando la detenzione domiciliare di cui beneficiava in detenzione in carcere.

Campobasso, 9 marzo 2021

commenta