Quantcast

Addio alla bidella Giuseppina, il ricordo della scuola: “Era una combattente”

Più informazioni su

Il Dirigente Scolastico, il personale Docente e Ata dell’Omnicomprensivo di Santa Croce di Magliano hanno voluto ricordare la bidella Giuseppina Barbieri, morta ieri a causa del Covid-19.

San Giuliano dice addio alla bidella Giuseppina, fu medaglia per merito civile dopo il crollo della scuola Jovine

“Oggi (ieri per chi legge, ndr) ero al mio lavoro in ufficio, solita quotidianità interrotta, intorno alle 13:30, dalle molte telefonate e messaggi ricevuti per comunicarmi che “Giuseppina non ce l’ha fatta “. Si è spenta oggi all’Ospedale di Cerignola (Foggia) Giuseppina Barbieri, la collaboratrice scolastica del plesso della Primaria di San Giuliano di Puglia. Un primo ricovero a Termoli e poi dal 23 febbraio fuori regione perché non c’erano posti alla rianimazione di Campobasso.

Quest’anno aveva deciso di andare in pensione e di dedicarsi ai suoi affetti convinta, giustamente di aver dato tanto alla scuola. Ho avuto modo nel corso degli anni di apprezzare le sue doti di altruismo e di bontà nei confronti di alunni e docenti.

Conosceva ogni angolo della scuola primaria di cui ne era custode responsabile e ha sempre collaborato supportando docenti e personale esterno nella realizzazione del progetto “I Colori della vita” che si tiene ogni anno a San Giuliano di Puglia per ricordare le vittime del 31 ottobre 2002. Proverbiale resta il suo caffè e infatti come non ricordare che, tutte le volte che mi recavo a San Giuliano per salutare i ragazzi e il personale scolastico, Giuseppina mi chiedeva sempre: “Preside faccio il caffè” e poi confidenzialmente aggiungeva di non preoccuparmi perché le sue docenti, così le chiamava, lavorano e si comportano bene tranne a volte qualcuno be… sa può capitare che faccia ritardo, ma qui Preside tranquilla si lavora seriamente”.

Le sue docenti mi hanno aggiornato costantemente sul suo stato di salute e proprio pochi giorni fa la responsabile di plesso Giulia mi aveva chiamato per dirmi: “Preside mi scusi se la disturbo, ma voglio condividerle questa notizia: “Giuseppina, mi ha riferito sua sorella si è negativizzata e anche se i medici non si sbilanciano ciò fa ben sperare.” Speranza vana spezzata oggi dalla comunicazione della sua morte prematura a soli 64 anni. Le ho scritto un messaggio durante i primi giorni della sua malattia e la sua risposta è stata: “Speriamo di farcela”.

Con l’intento di incoraggiarla le ho scritto: “Non perda mai la sua tempra di combattente”. Sì, Giuseppina è stata una combattente. Aveva tanti progetti per quando sarebbe andata in pensione. I progetti purtroppo resteranno nel cassetto. Mancherà a tutti noi e alla scuola Primaria di San Giuliano mancheranno la sua attenzione, la sua pazienza e il grande lavoro che ogni giorno svolgeva.

Tutto il personale scolastico si sente vicino ai familiari di Giuseppina e partecipa al loro dolore perché la perdita di una persona cara segna in modo indelebile. Cara Giuseppina, sarai sempre nei nostri ricordi con grande affetto e rispetto. Ti saluta la tua scuola”.

Più informazioni su