Quantcast

7 marzo – 9 ricoveri e 1 vittima, scendono i positivi ma gli ospedali sono al collasso

36 positivi su 426 tamponi, il tasso di positività è intorno all'8.5%. Ma i ricoveri continuano ad essere in numero elevato tanto che tutte le strutture sanitarie coinvolte nell'emergenza sono al limite

I vaccini, unico modo per sconfiggere la bestia-covid, sono arrivati a quota 29.309 che, rispetto alle 35.405 dosi consegnate e in dotazione attualmente al Molise, costituiscono l’83%.

9 RICOVERI E 3 TRASFERIMENTI: OSPEDALI AL LIMITE

Non accennano a diminuire, come preventivato, i ricoveri ospedalieri. Nelle ultime 24 ore sono stati 9 (erano 11 ieri) a fronte di una sola dimissione. Hanno avuto bisogno di cure sanitarie ospedaliere pazienti di Santa Croce di Magliano (4 complessivamente), Termoli, Agnone, Campomarino, Colletorto. Due sono stati portati nell’area grigia del Pronto Soccorso del San Timoteo che ormai, come vi abbiamo raccontato oggi stesso, trabocca di pazienti Covid. Oltre ai degenti nei reparti d’urgenza ci sono infatti 20 pazienti Covid (con sintomatologie più blande) al 4° piano ovvero nell’area del reparto di Urologia.

E poi c’è il Cardarelli, sempre in affanno, dove oggi sono stati trasferiti 7 nuovi pazienti: tutti in Malattie Infettive dove si è provveduto a dimetterne uno di Campomarino. E dal reparto è stato trasferito un paziente di Montorio nei Frentani per cui si è reso necessario il ricovero nella Terapia Intensiva dello stesso nosocomio.

Di pazienti trasferiti dal Cardarelli (dove ci sono 68 pazienti in sub-intensiva e ben 13 in intensiva) ad altre strutture ce ne sono due: dal reparto di Rianimazione è stato portato in quella del Neuromed un paziente di Agnone mentre un degente di Cercemaggiore è stato trasferito nel vicino Gemelli Molise.

Oltre al San Timoteo, anche il Neuromed e il Gemelli – ovvero i privati accreditati che hanno dato la disponibilità ad accogliere alcuni pazienti Covid che il pubblico non riesce più a curare per mancanza in primis di posti – sono pieni. Nella struttura di Pozzilli sono occupati 7 posti in Intensiva e 4 in Sub-Intensiva (praticamente quasi il massimo di quanto la convenzione prevede) mentre nel policlinico di Campobasso i posti letto occupati sono 5.

1 VITTIMA IN MALATTIE INFETTIVE: ANZIANO DI PORTOCANNONE

Si registra un’unica vittima nelle ultime 24 ore: si tratta di un uomo di 89 anni, di Portocannone, che in verità è morto ieri nel reparto di Malattie Infettive del Cardarelli. Con lui le vittime molisane dall’inizio dell’epidemia salgono a 396. Ieri le vittime erano state 5.

TASSO DI POSITIVITÀ ALL’8.45%, CONTAGI RIDOTTI

Sono 426 i tamponi refertati nelle ultime ventiquattro ore e di questi 36 hanno dato esito positivo. Il numero più alto risulta ad Isernia con 6 nuovi casi, subito dopo San Martino in Pensilis con 5 positivi accertati. Ci sono 4 casi anche a Santa Croce di Magliano e a Venafro. 3 i positivi invece a Termoli, finora sempre con i numeri più alti rispetto alle altre cittadine. A seguire 2 positivi a Campomarino, Guglionesi e Ripalimosani. Infine un positivo rispettivamente per i comuni di Casacalenda, Civitacampomarano, Larino, Montenero di Bisaccia, Santa Maria del Molise, Sant’Elia a Pianisi e Torella del Sannio.

Generico marzo 2021

PIÙ GUARITI CHE CONTAGI: FUORI DAL VIRUS 87 PERSONE

Più alto il numero dei guariti, rispetto a quello dei nuovi positivi, refertati in queste ore. 87 vs 36. Fuori dall’infezione ci sono altre 87 persone. Il numero più alto si registra a Termoli con 21 guariti, 11 invece quelli di San Martino in Pensilis e 10 i pazienti guariti a Isernia. 7 anche a Campobasso e Campomarino. A seguire 3 guariti a Bojano, Montenero di Bisaccia e Tufara. Per concludere ci sono anche 2 guariti ad Agnone, Fornelli, San Giacomo degli Schiavoni e Ururi.

I DATI NAZIONALI

Sono 20.765 i contagi accertati nelle ultime 24 ore in Italia dal Ministero della Salute a fronte di 272.336 test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività salito al 7.6%. Ieri erano stati rilevati 23.641 contagi a fronte di 355.024 test e il tasso era pari al 6,6%.

In calo le vittime, che oggi sono 207 mentre ieri erano state 307 e che si avvicinano sempre più alla cifra di 100mila dall’inizio della pandemia.

Ancora in crescita, ormai da diversi giorni, i ricoveri in terapia intensiva, oggi di altre 34 unità (ieri +46). E salgono, di ben 443 unità, anche quelli nei reparti Covid ordinari (ieri +327).

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.