Quantcast

4 marzo – 10 morti in ospedale, tasso di positività sopra il 16%. 23 in Rianimazione

La terza ondata investe in pieno il Molise: 10 morti, ospedali oltre il limite, tasso di positività al 16% con Termoli e Isernia tra i comuni più colpiti

137 contagi su meno di 850 tamponi: il tasso di positività, che sembra avere un andamento altalenante, nelle ultime 24 ore è stato del 16.2%. Oggi l’Asrem riporta 10 vittime, sebbene siano riferiti in alcuni casi anche a qualche giorno fa. I ricoveri oggi sono 7 (3 le dimissioni) e c’è un nuovo trasferimento in Terapia Intensiva.

10 NUOVE VITTIME MA NON TUTTE NELLE ULTIME 24 ORE. MORTO ANCHE UN UOMO DI MONTAGANO TRASFERITO CON LA CROSS

È un bollettino tragico quello odierno relativo all’emergenza coronavirus in Molise. L’azienda sanitaria regionale riferisce infatti di ben 10 nuovi decessi, anche se va specificato che alcuni sono relativi ai giorni scorsi, tuttavia vengono conteggiati soltanto adesso. A questi va aggiunto un uomo di 62 anni di Montagano che era stato trasferito nell’ospedale di Caserta con la rete Cross e che purtroppo non ce l’ha fatta.
La vittima più giovane, della quale Primonumero aveva già dato notizia stamattina, è un uomo di 52 anni di Santa Croce di Magliano, morto nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale Cardarelli di Campobasso nella giornata di ieri 3 marzo. Purtroppo per Santa Croce di Magliano, come già scritto, sono tre i decessi in poche ore. Si riferisce a ieri anche la morte di un uomo di 76 anni del paese, che era in un letto di ospedale della Terapia intensiva del Neuromed di Pozzilli. Infine un decesso odierno sempre di Santa Croce di Magliano è avvenuto nell’area grigia del pronto soccorso di Termoli ed è relativo a una donna di 74 anni.

Santa Croce piange altri tre concittadini: 10 morti in 10 giorni. Molise, la variante inglese circola al 93%

Altra vittima nella Terapia intensiva del Cardarelli è quella di un uomo di 53 anni di Poggio Sannita, avvenuta nella giornata di oggi. Sono invece tre le morti registrate nel reparto di Malattie infettive del Cardarelli fra la giornata di martedì 2 marzo e quella di oggi 4 marzo. Se ne sono andati un uomo di Colletorto di 85 anni, spirato due giorni fa, una donna di 82 anni di Campobasso morta ieri e un uomo di 91 anni di Pozzilli deceduto quest’oggi.
Oltre alla 74enne di Santa Croce di Magliano, altri due decessi sono avvenuti nell’area grigia del pronto soccorso del San Timoteo di Termoli. Sono una donna di 74 anni di Termoli che ha perso la vita lunedì scorso 1 marzo e un uomo di 83 anni di Bonefro che è morto invece oggi.
Infine il tragico bilancio conta anche una donna di 89 anni di San Giuliano di Puglia, deceduta ieri nell’area grigia del pronto soccorso di Campobasso.

Con questi decessi purtroppo arrivano a quota 386 le vittime dell’epidemia da covid-19 nella nostra regione.

RECORD DI PAZIENTI INTUBATI: 23 NELLE TERAPIE INTENSIVE. +7 RICOVERI, 3 DIMISSIONI

Aumenta in maniera preoccupante il numero delle persone ricoverate nelle terapie intensive dell’ospedale Cardarelli e nelle strutture private. In base al bollettino comunicato da Asrem stasera, nel nosocomio di Campobasso sono occupati tutti i 12 posti della Terapia Intensiva, mentre nella Rianimazione della clinica di Pozzilli si trovano 7 degenti, 4 invece sono al Gemelli (oggi è stata pubblicato il decreto del commissario per attivare i posti di Terapia intensiva, ndr).
Al Neuromed in particolare è stato trasferito oggi un paziente di Montelongo che era ricoverato in Infettive: il peggioramento delle sue condizioni di salute ha reso necessario il ricovero nella Rianimazione dell’istituto di ricerca e cura. Qui sono ricoverate in sub-intensiva altre 4 persone.

Inoltre, hanno avuto bisogno di un posto letto altri sette degenti: due sono di Termoli. Mentre si trovano nell’area grigia del San Timoteo – dove si registrano numeri molto alti dal punto di vista delle ospedalizzazioni dovute al virus, ben 20 – un cittadino di Campomarino, uno di Colletorto, un paziente di Mafalda e uno di San Martino in Pensilis.
Infine, nel reparto di Malattie Infettive è stata trasferita una persona di Montelongo. Qui sono occupati 65 posti letto.

Stanno meglio invece 3 persone che hanno lasciato l’ospedale: due termolesi (uno ricoverato al San Timoteo, l’altro al Gemelli) e un degente di Napoli che si trovava nel reparto di Malattie Infettive del Cardarelli.

TASSO DI POSITIVITÀ ALLE STELLE, TERMOLI E ISERNIA CON CONTAGI A DOPPIA CIFRA

Su 846 tamponi refertati 137 sono risultati positivi. Continua ad essere alto il numero dei contagiati a Termoli che ne conta altri 20 nelle ultime 24 ore.
Prosegue la scia dell’implosione di positivi pure in alto Molise. Sono infatti 18 i positivi a Isernia, 7 quelli ad Agnone – dove nei giorni scorsi è esploso un altro cluster preoccupante – e 7 anche i positivi ad Acquaviva d’Isernia.

Scorrendo l’elenco dei comuni nell’ultimo bollettino dell’Asrem compaiono poi 9 nuovi casi a San Martino in Pensilis, 8 positivi anche a Colletorto, 7 invece quelli che si registrano a Campobasso, 6 a Campomarino e Santa Croce di Magliano. Ancora, 5 contagiati a Trivento, 4 a Montaquila e Belmonte del Sannio.

bollettino covid 4 marzo

GUARITI IN 92, I NUMERI PIÙ ALTI A CAMPOBASSO E TERMOLI

92 i guariti certificati dall’Asrem nelle ultime 24 ore. Spicca il dato del capoluogo (+19) seguito da Termoli (+12). Con numeri inferiori ci sono Campomarino (7), Montelongo (4), e poi con 3 guariti Agnone, Bojano, Fossalto, Larino, Rotello, San Martino in Pensilis.

VACCINI: SUPERATE LE 25MILA SOMMINISTRAZIONI

Sono arrivate a 25.221 le somministrazioni di vaccino in Molise, laddove ieri erano a quota 24.389. Dunque circa 830 le somministrazioni nelle ultime 24 ore. Sempre ferma a 7 le somministrazioni del siero Moderna, sono invece 1181 quelle di Astrazeneca ma la stragrande maggioranza (24.033) sono del vaccino Pfizer. In Molise si è somministrato il 71% (ieri il 69%) delle dosi finora ricevute.

Il report del Governo parla di 4 milioni e 842mila circa dosi somministrate in tutt’Italia. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale (1° e 2° dose) sono oltre 1 milione e mezzo.

I DATI NAZIONALI

Sono saliti a 22.865 i contagi accertati nelle ultime 24 ore in Italia dal Ministero della Salute a fronte di 339.635 test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività del 6.7%. Ieri erano stati rilevati 20.884 contagi a fronte di 358.884 test e il tasso era pari al 5,8%.

Le vittime oggi sono 339, poco meno di ieri quando erano state 347 (quasi 99mila dall’inizio dell’epidemia in Italia).

Ancora in crescita, ormai da diversi giorni, i ricoveri in terapia intensiva (oggi +, ieri +84). E salgono, di 394 unità, anche quelli nei reparti Covid ordinari (ieri +193).

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.