Quantcast

30 marzo – Tasso di positività al 3%, 17 casi e 82 guariti. 3 vittime tra cui un 48enne fuori regione

Prosegue anche oggi la discesa degli indicatori dell'epidemia. 17 casi su oltre 550 tamponi, i guariti sono quasi il quintuplo delle nuove infezioni. C'è un solo ricovero e due dimissioni. Purtroppo ci sono tre vittime, una anziana al Cardarelli e due persone spirate fuori regione: un 48enne di Montaquila a Cassino e una 64enne di San Giuliano di Puglia a Cerignola

Ieri in Molise c’erano stati 2 positivi (su 224 test), 2 ricoveri e 6 dimissioni, 1 vittima

3 VITTIME, C’È ANCHE UN 48ENNE DI MONTAQUILA MORTO A CASSINO

Era stato trasferito a Cassino a causa delle sue condizioni cliniche: purtroppo non ce l’ha fatta un 48enne di Montaquila. L’Asrem non riporta il suo decesso nel suo consueto bollettino, proprio perchè avvenuto fuori regione. Così come non è riportato il decesso di una donna di 64 anni di San Giuliano di Puglia, anche lei morta in un ospedale fuori regione dove era stata trasferita. Era la storica bidella della scuola ‘Jovine’, crollata col terremoto del 2002.

San Giuliano dice addio alla bidella Giuseppina, fu medaglia per merito civile dopo il crollo della scuola Jovine

L’Azienda sanitaria regionale invece dà conto di un decesso avvenuto nel reparto di Malattie Infettive del Cardarelli. Si tratta di una donna di 85 anni di Santa Croce di Magliano, paese che piange l’ennesima vittima del Covid-19.

Con loro il numero complessivo delle vittime arriva a 467 dall’inizio dell’epidemia in Molise.

IL TASSO DI POSITIVITÀ RESTA BASSO: OGGI 3.07%

Si mantiene basso il tasso di positività che nella giornata di oggi è appena del 3% per effetto di 17 nuovi contagi rilevati su un totale di 553 tamponi refertati (ieri era dello 0.89%). Nessuna località spicca sulle altre in quanto a nuove positività con Ripalimosani che ne conta 3, Campobasso, Ferrazzano e Fossalto con 2 appena. Da segnalare che anche oggi per la seconda giornata consecutiva non si rilevano positivi a Termoli, località che ha trascorso 7 settimane in zona rossa.

Il numero degli attualmente positivi scende quindi sotto quota 900 e si attesta 891.

ANCORA LEGGERO CALO DEI RICOVERI. PAZIENTI COVID SOTTO QUOTA 80

Anche oggi leggero calo delle persone ricoverate negli ospedali molisani dedicati all’emergenza covid-19. Un solo nuovo ingresso viene segnalato dall’azienda sanitaria regionale del Molise: si tratta di un paziente di Carlantino, provincia di Foggia, che è stato ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso. Inoltre c’è un trasferimento di una persona di Jelsi da Infettive alla Terapia intensiva. Infine due persone, di Mirabello Sannitico e di Jelsi, sono state dimesse.

Secondo il bollettino odierno della Asrem risultano ricoverate in ospedale 79 persone con covid-19. Ci sono infatti 57 pazienti in malattie infettive e 9 nella terapia intensiva del Cardarelli, 3 ricoverati al San Timoteo, altrettanti nella terapia intensiva del Gemelli Molise e infine 7 ricoverati al Neuromed di Pozzilli, 4 dei quali in terapia intensiva. Tuttavia in quest’ultimo reparto secondo l’Asrem c’erano 5 persone ricoverate e oggi solo 4 ma non viene data notizia di alcuna dimissione né trasferimento.

bollettino 30 marzo

QUASI 11MILA GUARITI DA INIZIO EPIDEMIA, OGGI +82

Sono 82 le guarigioni accertate oggi all’azienda sanitaria regionale del Molise, un numero che è quasi 5 volte superiore a quello dei nuovi positivi. Campobasso svetta con 15 guarigioni accertate, poi 8 a Isernia e a Toro mentre 7 arrivano da Jelsi. Dall’inizio dell’epidemia si contano in Molise 10.941 guariti.

VACCINAZIONI VERSO QUOTA 64MILA

L’aggiornamento delle 18.30 circa di oggi parla di 63.681 dosi di vaccino somministrate (su un totale di 66.905). In particolare sono state inoculate 48.921 dosi Pfizer, 3.872 Moderna e 10.888 AstraZeneca. Risulta abbia ricevuto la prima dose il 14.50% della popolazione molisana, mentre il 6.57% ha concluso il ciclo vaccinale con la seconda dose.

VACCINI: IN TESTA ALLE REGIONI PIÙ RAPIDE C’È IL MOLISE

Il Corriere della Sera stamane ha titolato così uno dei suoi articoli di apertura: “Tutti i vaccinati in Italia, per fascia d’età: ecco quali sono le regioni più rapide (in testa c’è il Molise)”. L’articolo si basa sui dati elaborati dalla Fondazione Gimbe, che sta monitorando l’andamento della campagna vaccinale nel Paese. E nella classifica che mette in fila le regioni in base alla percentuale di popolazione che ha ricevuto la prima dose di vaccino – e che quindi ha una protezione parziale, ma comunque efficace – al primo posto c’è appunto la nostra regione con il 7,3%. Seguono l’Umbria con il 7,2%, il Lazio con il 7,1% e il Veneto con il 6,7%. La Lombardia è a centro classifica con il 5,6%. In coda ci sono la Basilicata con il 3,7%, preceduta dalle Marche con il 4,5% e dalla Calabria con il 4,6%. Questa la tabella grafica del quotidiano nazionale.

classifica vaccini regioni corsera 30 marzo

I DATI NAZIONALI

Sono 16.017 i contagi accertati nelle ultime 24 ore in Italia dal Ministero della Salute a fronte di 301.451 test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività sceso al 5.3%. Ieri erano stati rilevati 12.916 contagi a fronte di 156.691 test per un tasso di positività vicino all’8.2%. Le vittime oggi sono però aumentate e oggi sono 529, mentre ieri erano state 417.

Restano stabili i ricoveri in terapia intensiva, oggi segnano -5 unità (ieri +42). Le ospedalizzazioni nei reparti Covid ordinari invece crescono di 68 unità (ieri +80).

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.