1 marzo – 3 vittime e 7 ricoveri, in Rianimazione 19 persone. Calano i contagi, ma salgono i positivi tra i gli under 20

14 persone nella Intensiva del Cardarelli, altre 5 in quella del Neuromed: la soglia in Molise ha abbondantemente superato il livello critico. Tre le vittime di oggi, fra le quali due donne di 73 anni. Ancora elevati i ricoveri (oggi +7) mentre il tasso di positività scende. L'allarme dell'Istituto superiore di sanità: “L'incidenza del coronavirus negli under 20 ha superato per la prima volta quella delle fasce anagrafiche più adulte”.

3 vittime, 7 ricoveri. Va meglio sul fronte dei contagi, oggi solo 19 (tasso di positività al 3.95%). Sono molti di più i guariti, pari a 62. L’Iss avverte: “Sale l’incidenza del coronavirus tra gli under 20, in particolare nella fascia d’età 13-19”.

I vaccini somministrati in Molise sono finora 23.015 di cui: 22.332 Pfizer, 676 Astrazeneca e 7 Moderna.

TRE VITTIME COVID, DUE DI TERMOLI. BILANCIO SALE A 369

Con le tre vittime di oggi, 1° marzo, il numero complessivo dei decessi legati al coronavirus in Molise sale a 369. A perdere la vita due donne di 73 anni, una di Montemitro nella Terapia intensiva dell’ospedale Cardarelli, l’altra della stessa età all’Istituto di ricerca e cura Neuromed. Si tratta di una maestra dell’infanzia di Termoli, alla quale oggi è stato tributato un ricordo commosso sui social. C’è poi un altro decesso: si tratta di un uomo di 87 anni anche lui di Termoli, città che sta pagando un prezzo altissimo in termini di lutti.

TERMOLI E CAMPOMARINO PIANGONO LA MAESTRA MATILDE DATTOLI

Addio alla maestra Matilde Dattoli, il ricordo commosso di chi ha lavorato con lei

 

7 NUOVI RICOVERI, PRESSIONE IN OSPEDALE RESTA ALTISSIMA. IN RIANIMAZIONE 19 PERSONE

7 i ricoveri delle ultime 24 ore in Molise legati al virus: un dato che continua a essere molto alto e che conferma la pressione fortissima sugli ospedali molisani, a cominciare dal Cardarelli dove al momento ci sono 63 pazienti in sub-intensiva e ben 14 in intensiva.
Al Neuromed, dove è stata allestita una Rianimazione covid, ci sono altri 5 pazienti molisani intubati e 4 persone in sub intensiva.
Bisogna aggiungere poi gli 11 ricoverati presso il Gemelli Molise e i 16 pazienti covid al San Timoteo di Termoli, dove in medicina d’urgenza e nell’area grigia da settimane ormai i posti letto sono di fatto quasi interamente occupati.

Oggi sono state ricoverate dunque 7 persone, 2 a Termoli (di San Martino in Pensilis e Santa Croce di Magliano) e 5 in Malattie Infettive a Campobasso (provenienti dai comuni di Campobasso, Pietracatella, Santa Croce di Magliano, Termoli e Modena).
3 le dimissioni, 2 da Termoli e 1 da Campobasso. Infine un trasferimento di reparto: un paziente di Santa Croce di Magliano le cui condizioni si sono evidentemente aggravate è stato portato in Terapia intensiva dal reparto di Infettive, a Campobasso.

19 CONTAGI, TASSO DI POSITIVITÀ SCENDE SOTTO IL 4%

Come ogni lunedì cala il numero di tamponi. Ma se ieri su soli 224 erano emersi 41 casi, oggi su 481 test ne sono emersi solo 19. Il tasso di positività è dunque crollato al 3.95% (ieri era addirittura al 18.3%). I nuovi casi di registrano, nell’ordine, a Campobasso (3), Trivento e Santa Croce di Magliano (2). E poi (1 solo caso) a Bonefro, Busso, Colletorto, Guglionesi, Isernia, Macchiagodena, Mafalda, Montaquila, Montenero di Bisaccia, San Martino in Pensilis, Venafro e Termoli, la città quest’ultimo col numero assoluto più alto di contagi.

bollettino 1 marzo

I GUARITI SONO 62, 3 VOLTE IN PIÙ DEI POSITIVI

I guariti oggi superano di gran lunga i nuovi positivi: 62 i primi, 19 i secondi. Il numero maggiore di guarigioni si registra a Termoli (+14), seguita da Campomarino (+11). 4 i guariti rispettivamente di Campobasso, Frosolone, Guglionesi. 3 invece sono di Morrone del Sannio. In diversi altri centri si registrano 1 o 2 guarigioni.

SANTA CROCE DI MAGLIANO, 152 POSITIVI: L’APPELLO DEL SINDACO

Un numero elevatissimo se rapportato alla popolazione residente, di appena 4.200 unità. Così il sindaco Alberto Florio: “Il numero delle persone positive nel nostro comune dato dalla somma dei tamponi molecolari e dei tamponi antigenici, ad oggi, 1 marzo, alle ore 17.30 è di 152. Il dato ci deve far riflettere, ma soprattutto, ci deve impegnare al massimo, anche se siamo stanchi ed esasperati al rigido rispetto di tutte le regole. In attesa delle vaccinazioni di massa, non abbiamo altre alternative, per cercare di spezzare la catena dei contagi”.

ISS, SALE INCIDENZA CORONAVIRUS NEGLI UNDER 20. SORPASSO A GENNAIO. TANTI I CASI ANCHE IN MOLISE

A partire dalla fine di gennaio l’incidenza dei casi di infezione da Sars-Cov-2 nella fascia d’età sotto i 20 anni ha superato, per la prima volta dall’inizio della pandemia, quella delle fasce di popolazione più adulte, e a febbraio è rimasta leggermente più alta. Lo sottolinea un Focus sull’età evolutiva prodotto dall’Iss e presentato al Cts. L’incidenza di gennaio/febbraio è stata intorno ai 150 casi per 100mila abitanti. Il valore più alto è registrato tra i 13-19 anni, poco meno di 200 casi ogni 100mila abitanti, mentre nei più piccoli è minore. Nelle fasce di età più giovani, fra i casi diagnosticati rimangono pochissimi quelli gravi, mentre quelli lievi sono circa il 60% e il resto sono pauci sintomatici.

Anche in Molise nelle ultime settimane sono cresciuti i casi di infezione tra i giovani, a dispetto di quanto si pensasse in particolare durante la prima ondata. Per quanto riguarda i casi critici, nella prima metà di dicembre scorso la notizia di una gravissima crisi respiratoria di un 16enne termolese, che da Termoli fu portato nella Terapia Intensiva del Cardarelli da dove, fortunatamente, fu dimesso qualche giorno dopo. Più recente invece il caso di una ragazza di 20 anni, sempre di Termoli, che è stata intubata nella Rianimazione dell’ospedale di Campobasso.

I DATI NAZIONALI

Sono 13.144 i contagi accertati nelle ultime 24 ore in Italia dal Ministero della Salute a fronte di 170.633 test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività ancora in aumento e attestato al 7.7%. Ieri erano stati rilevati 17.455 contagi a fronte di 257.024 test e il tasso era pari al 6,9%. Le vittime oggi sono 246 mentre ieri erano state di meno, 192.

Continuano purtroppo a crescere i ricoveri in terapia intensiva, oggi di 58 unità (ieri +15). E salgono, di ben 474 unità, anche quelli nei reparti Covid ordinari (ieri +266).

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.