Quantcast

28 febbraio – Un decesso e 10 ricoveri. Il tasso di positività schizza al 18%, Termoli senza pace

Nella città adriatica 14 dei 41 casi totali con appena 224 tamponi processati. Il numero dei ricoverati non si arresta, con oltre 110 ospedalizzati in 4 strutture e 18 solo al San Timoteo

La giornata di oggi 28 febbraio fa registrare in Molise un’altra vittima e un nuovo rialzo dei ricoveri, ben 10, anche se nessuno in Terapia Intensiva. Pochissimi i tamponi, appena 224, ma tasso di positività al 18,3% per effetto di 41 nuovi positivi. Di questi, 14 solo a Termoli.

Ieri in Molise erano stati rilevati 144 nuovi positivi su 1.040 tamponi effettuati (tasso di positività al 13,8%) e c’erano stati 2 decessi e 4 ricoveri.

DECESSI A QUOTA 366

Purtroppo anche oggi il Molise piange un’altra vittima del Covid-19. Ha perso la vita nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso un uomo di 71 anni di Santa Croce di Magliano. Il paese al confine con la Puglia è uno di quelli che sta pagando il prezzo più alto in questo inizio 2021, da quando la variante inglese ha fatto scoppiare focolai in molti paesi del Basso Molise. Solo venerdì scorso un santacrocese di 62 anni era morto a Foggia, dove era stato trasferito per mancanza di posti letto in Molise.

+10 RICOVERI IN UN SOLO GIORNO, 116 PERSONE IN OSPEDALE COL COVID

Nonostante l’ampliamento dei posti letto anche nelle strutture private, gli ospedali molisani sono sempre in affanno e i posti letto agli sgoccioli, complici i 10 nuovi ricoveri di oggi. Il bollettino diramato stasera (28 febbraio) dall’Asrem restituisce l’ennesima fotografia cupa sul fronte delle ospedalizzazioni.
Quattro persone sono state ricoverate nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Cardarelli: ha avuto bisogno di un posto letto un cittadino di Termoli, uno di Civitacampomarano, un degente di San Giacomo degli schiavoni e uno di Santa Croce di Magliano. Attualmente nel reparto di Malattie Infettive del presidio di Campobasso sono ricoverati 64 pazienti. Invece 14 i posti letto occupati nella Terapia Intensiva del Cardarelli dove sono stati intubati un degente di Portocannone e uno di Santa Croce di Magliano, entrambi già ricoverati in Malattie Infettive sempre all’ospedale di Campobasso.
Preoccupante la situazione dal punto di vista delle ospedalizzazioni al San Timoteo: oggi ci sono stati due nuovi ricoveri nell’area grigia, un termolese e un cittadino di Santa Croce di Magliano. I posti letto sono quasi agli sgoccioli nel nosocomio termolese: 18 sono occupati da pazienti covid.
Due degenti in più anche al Neuromed: un cittadino di San Polo Matese ricoverato in Infettive al Cardarelli è stato trasferito nella Terapia Intensiva dell’Istituto di Pozzilli. Nella terapia sub-intensiva della clinica della famiglia Patriciello è stato ricoverato invece un degente di Santa Croce di Magliano. Al Neuromed sono ricoverati complessivamente 10 pazienti covid, 5 in Terapia Intensiva e altrettanti nella sub-intensiva.
Stesso numero di posti letto (10) è occupato al Gemelli.

TASSO DI POSITIVITÁ AL 18,3%, POCHISSIMI TAMPONI. A TERMOLI 14 DEI 41 CASI TOTALI

Ben 14 positivi soltanto a Termoli in un totale di 41 nuovi contagi rilevati in Molise oggi 28 febbraio. Nonostante la regione si appresti a divenire tutta zona rossa sono infatti appena 224 i tamponi refertati nel bollettino odierno, con un tasso di positività molto alto (18,3%).

Purtroppo ancora una volta dal Basso Molise e arrivano cattive notizie con i 14 nuovi casi Termoli e gli 8 rilevati a Santa Croce di Magliano. Ma restando in quest’area ce ne sono anche 3 a San Martino in Pensilis e 2 a San Giacomo degli Schiavoni. Da rilevare anche i 6 nuovi positivi di Campobasso.

bollettino covid 28 febbraio

80 GUARITI, NUMERO DOPPIO DEI NUOVI POSITIVI

Termoli e Campomarino sono in testa alla ‘classifica’ dei guariti: il numero dei cittadini che si è negativizzato è più alto proprio nelle due cittadine bassomolisane. In particolare, Termoli registra 18 persone che hanno superato il virus, Campomarino 11. Uno in meno (10) a Santa Croce di Magliano.
Possono tirare un sospiro di sollievo anche 6 persone di Larino, 3 di Guglionesi e San Martino in Pensilis,
Si registrano due guariti a Bonefro, Campobasso, Campodipietra, Gambatesa, Pozzilli, Trivento, Tufara e Venafro.
Risulta guarita una persona anche nei seguenti comuni: Agnone, Baranello, Bojano, Cercemaggiore, Colle d’Anchise, Montefalcone nel Sannio, Montenero di Bisaccia, Petacciato, Petrella, Portocannone, San Giacomo degli schiavoni e Ururi.
In totale oggi sono stati accertati 80 guarigioni.

VACCINI, OLTRE 22MILA DOSI SOMMINISTRATE MA IL SIERO MODERNA NON VIENE UTILIZZATO

Sale a quota 22.395 il numero di dosi di vaccino anti covid-19 somministrate nella nostra regione. L’Asrem ha fornito questa sera l’aggiornamento secondo cui il 71% delle dosi consegnate sono state somministrate. Infatti il Molise finora ha ricevuto 31.705 dosi del siero anti covid.

Tuttavia nell’aggiornamento odierno non è specificato quante sono le prime dosi somministrate e quanti invece i richiami che danno l’immunità completa. Si sa invece che 21.869 sono le dosi del vaccino Pfizer BioNTech somministrate, 522 della azienda farmaceutica AstraZeneca e appena 4 quelli di Moderna.

I DATI NAZIONALI

Sono 17.455 i contagi accertati nelle ultime 24 ore in Italia dal Ministero della Salute a fronte di 257.024 test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività ancora in aumento e attestato al 6,9%. Ieri erano stati rilevati 18.916 contagi a fronte di 323.047 test e il tasso era pari al 5,9%. Le vittime oggi sono 192 mentre ieri erano state 280.

Continuano purtroppo a crescere i ricoveri in terapia intensiva, oggi di 15 unità (ieri +22). E salgono parecchio, di 266 unità, anche quelli nei reparti Covid ordinari (ieri +80).

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.