Quantcast

Termoli, 26 contagi nelle scuole. Chiesti rinforzi per evitare spostamenti verso la Zona Rossa

C’è attesa per i nuovi tamponi processati e che potrebbero comportare un aumento delle positività. Intanto il Comune smentisce sovraffollamento sulle circolari

Sono 26 attualmente i casi di Sars-Cov-2 registrati nelle scuole termolesi. Lo rende noto il Comune di Termoli che ha voluto smentire il sovraffollamento sugli autobus e le circolari, come denunciato pubblicamente dalla Rete della Sinistra. Al tempo stesso però sono stati chiesti più controlli per evitare gli spostamenti da e per Campomarino.

“Si è svolta regolarmente in mattinata la riunione del Coc, Centro Operativo Comunale, riunito in seduta permanente per fronteggiare l’evolversi dell’emergenza epidemiologica che sta interessando negli ultimi giorni la città di Termoli e alcuni centri del basso Molise” si legge in una nota del Comune.

“Sono stati analizzati diversi aspetti, per primo si è evidenziata la necessità di rafforzare i controlli onde evitare che si verifichino spostamenti di concittadini verso i comuni limitrofi e a Campomarino dove in tanti si ostinano a recarsi per raggiungere alcuni centri di grande distribuzione e viceversa”.

Il Comune ha aggiunto che “per avere maggiore contezza di ciò che avviene sul territorio è stata inviata una nota alla Prefettura di Campobasso al fine di far rafforzare i controlli, a tal proposito per mercoledì pomeriggio è stato convocato un incontro con tutte le forze dell’ordine per coordinare le azioni da mettere in campo”.

Quindi una risposta indiretta all’attacco della consigliera Marcella Stumpo. “Per quanto riguarda le polemiche che stanno interessando il trasporto locale, il Comune di Termoli ha già posto in essere diverse iniziative a partire dal 6 novembre scorso quando, a seguito di una riunione con i dirigenti scolastici, la giunta comunale con la delibera numero 263 ha predisposto variazioni di orario di alcune linee urbane proprio per cercare di rendere il servizio più agevole andando così incontro alle richieste di diversi genitori che chiedevano di decongestionare la situazione.

Inoltre, nel periodo della riapertura post natalizia degli istituti scolastici, l’amministrazione comunale ha istituito un servizio di report fotografico che smentisce le affermazioni di sovraffollamento dei mezzi pubblici urbani. Giovedì scorso, per avere maggiore contezza della situazione, è stato avviato un servizio di controllo e sensibilizzazione tramite la Protezione Civile che ha presidiato l’area del Terminal bus di via Martiri della Resistenza in tutte le ore della giornata. Le criticità maggiori si verificano di prima mattina e dopo la chiusura delle scuole. L’opera dei volontari è stata posta in essere proprio per evitare il più possibile gli assembramenti presso il terminal bus”.

I casi di positività nelle scuole restano comunque elevati. “In questo modo si è cercato di arginare anche la situazione contagi nelle scuole che ad oggi, negli istituti scolastici termolesi di ogni ordine e grado, sono stati 26. Solo nella giornata odierna l’Asrem ha processato una cinquantina di tamponi tra alunni, personale e insegnanti collegati ai casi già evidenziatisi. Nei prossimi giorni dovranno essere processati altrettanti tamponi e solo allora si capirà in che modo si è evoluta la situazione contagi all’interno delle scuole della città”.