Quantcast

Rave illegale vicino Cremona, identificato uno degli organizzatori: è molisano

Più informazioni su

C’è un molisano fra gli organizzatori di un rave illegale avvenuto a cavallo di Ferragosto 2020 in provincia di Cremona, nella località di Cascina Canova di Spino D’Adda.

Centinaia di persone provenienti da tutta Italia e anche dall’estero si ritrovarono per una festa con musica a tutto volume. Il ritrovo fu organizzato tramite social e vide l’arrivo di giovani da regioni quali Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria ed Emilia Romagna ma anche presenze da Francia, Austria, Germania, Svizzera e Olanda, con persone arrivate sia in auto che in camper.

Il rave andò avanti per tre giorni e due notti scatenando le proteste degli abitanti della zona per la musica assordante. Ciononostante la polizia non fermò l’evento tanto che sul caso si è accesa anche una polemica politica con tanto di interrogazione al governo.

Dopo oltre 6 mesi e le indagini svolte dalla polizia scientifica e dalla polizia anticrimine della Questura di Cremona sono stati emessi 36 provvedimenti di divieto di ritorno in zona, quasi tutti nei confronti di persone residenti in varie province del nord Italia.

Due di questi provvedimenti riguardano i presunti organizzatori dell’evento, un 33enne residente in provincia di Terni ma nato a Palermo e il ventottenne D.D., nato a Vasto ma residente a Montenero di Bisaccia.

Più informazioni su