Pronto l’ospedale della Croce Rossa, 4 tende per l’emergenza del Basso Molise e 16 operatori al lavoro. A ore la consegna foto

Ultimati nella mattinata odierna gli allacci elettrico, idrico e fognario della struttura, nuova di zecca, in dotazione alla Croce Rossa Italiana montata nel piazzale dell'ospedale San Timoteo di Termoli. La consegna dell'ospedale per l'emergenza, dove troveranno posto 24 pazienti ordinari e no covid, tra la serata e la mattina di domani.

Il colpo d’occhio delle tende bianche che sprigionano un odore di nuovo nel trambusto dei lavori per il montaggio, con i nastri transennanti che sventolano, stringe il cuore. Chiunque passi davanti al piazzale del San Timoteo, incuriosito da quello che sta accadendo, scatta una foto da lontano o si ferma un secondo commentando: “Certo che un ospedale da campo a un anno dall’inizio della pandemia è piuttosto triste e preoccupante…”

Ospedale da Campo Croce Rossa San Timoteo Termoli tende malati

L’ospedale della Croce Rossa, arrivato da Avezzano dove c’è il centro di cui è responsabile Pierluigi De Ascentiis, è destinato a diventare suo malgrado il simbolo dello stato di emergenza della sanità pubblica molisana.

Ospedale da Campo Croce Rossa San Timoteo Termoli tende malati
ospedale da campo tende croce rossa san timoteo

16 gli operatori al lavoro, 6 di Avezzano e 10 volontari di Termoli e Campomarino che dopo la consegna alla azienda sanitaria, verosimilmente tra stasera e domani mattina, continueranno a occuparsi della logistica e della organizzazione tecnica della struttura removibile, composta da quattro tende tre delle quali destinate ad accogliere pazienti no covid in modo da consentire l’utilizzo di tutto l’ospedale San Timoteo di Termoli per la cura del virus.

La quarta tenda, incastrata nella struttura a forma di elle, è il cuore operativo dell’ospedale dove assisteranno i malati medici e infermieri sempre della Croce Rossa.

L’obiettivo è quello di far tirare il fiato al nosocomio adriatico offrendo una assistenza di base che più che mai è indispensabile in questo momento di particolare criticità. D’altronde il San Timoteo ha sospeso i ricoveri proprio perché i medici del Pronto soccorso e della Medicina d’urgenza devono fronteggiare l’incessante richiesta di aiuto da parte di persone positive al coronavirus che arrivano in ospedale generalmente in gravi condizioni.

“Questa mattina abbiamo concluso l’allaccio elettrico, quello idrico e quello fognario, e si sta rispettando il piano di montaggio previsto” spiega Pierluigi De Ascentis, responsabile della logistica Cri. “Appena sarà tutto ultimato – aggiunge – consegneremo la struttura alla direzione sanitaria che la destinerà a quello che ritiene più idoneo a questo momento particolare”.