Quantcast

Polfer, il capo della polizia vuole chiudere sede di Campobasso. Aperto solo presidio di Termoli

Sconcerto tra gli operatori e le organizzazioni sindacali per una scelta avallata anche dal capo della Polizia. Lunedì è previsto un incontro al Ministero

L’Italia rischia di restare sprovvista di molti presidi di polizia strategici.

È in fase di valutazione, infatti, un decreto che prevede la chiusura di 23 posti di Polizia. Dieci di questi appartengono alla Polfer tra i quali c’è quello di Campobasso.

Già, si torna a parlare del posto di polizia ferroviaria di Campobasso e puntualmente si torna a parlarne per chiuderlo. Questo in base a criteri e valutazioni approssimative, come sostengono con forza le organizzazioni sindacali che già hanno annunciato battaglia.

Oltre ai dieci posti Polfer, dovrebbero essere chiusi 8 uffici della Polizia Stradale, 5 della polizia di frontiera con la chiusura delle sedi presso l’aeroporto di Parma, i posti di Gioia Tauro, La Spezia, Taranto e il traforo del Gran San Bernardo.

La proposta arriva dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza che con questo decreto non parla di semplici soppressioni ma di riorganizzazione degli uffici periferici della polizia di stato. In realtà, al di là di tutto, di organizzazione si vede poco perché di fatto è prevista una chiusura totale con relativo spostamento del personale. Dicevamo: i sindacati sono già pronti a dare battaglia. L’obiettivo è evitare la chiusura. La sforbiciata porta il timbro anche del capo della polizia Franco Gabrielli e per questo lunedì è previsto un incontro tra le parti presso il Ministero a Roma.

Intanto va precisato che sono due i posti di polizia ferroviaria in provincia di Campobasso: quello di Termoli e quello del capoluogo.

Va da sè che la sede di Campobasso ha competenza su quasi tutta la rete ferroviaria della regione a parte i chilometri di dorsale adriatica per cui è competente Termoli. Dunque Campobasso è riferimento anche per la provincia di Isernia dove il posto di polizia non c’è.

Gli agenti al lavoro svolgono un lavoro importante di presidio e di controllo. Basti pensare che nel solo ambito di competenza la Polfer del capoluogo ha arrestato 7 persone e sequestrato quasi due chili di droga.

Senza dimenticare poi la posizione geografica della sede di Campobasso. Si trova al centro dell’intera rete, il che permette di raggiungere in tempi utili tutti i punti della ferrovia regionale.

Situazione di controllo e di intervento che verrebbe meno qualora chiudesse perché il punto più vicino è Foggia, che dista 100 chilometri, o Termoli che ne dista 80.