Quantcast

Morto 3 mesi dopo l’incidente, l’autopsia farà luce sul decesso di Marcello Iorizzo

Il pm del Tribunale di Isernia ha disposto l'esame irripetibile sul cadavere del 64enne che si è spento all'ospedale Veneziale di Isernia: l'obiettivo è escludere eventuali responsabilità dei medici

Marcello Iorizzo poteva essere salvato dal personale sanitario dell’ospedale di Isernia, o le sue condizioni erano troppo critiche? Il 64enne di Campobasso si è spento tre giorni fa in un letto del ‘Veneziale’ dopo aver lottato per tre mesi. Il drammatico incidente in cui era rimasto coinvolto gli aveva provocato ferite gravissime.

Il pm del Tribunale di Isernia ha deciso ad ogni modo di chiarire le cause del decesso e ha disposto l’autopsia per escludere eventuali responsabilità dei medici dell’ospedale di Isernia. Poi la salma sarà restituita alla famiglia che sta vivendo settimane di angoscia e ora di dolore per la morte di Marcello, che a Campobasso era molto conosciuto, proprietario della nota copisteria Cts e vicino ad alcune società sportive pallavolistiche.

Il 64enne era rimasto coinvolto nel violento frontale avvenuto agli inizi di dicembre sulla statale 87, in territorio di Vinchiaturo, quando il furgone su cui viaggiava si è scontrata contro un’automobile al chilometro 121.