Mattinata di emergenza sanitaria, paziente covid trasferito a Foggia. Parte anche l’elicottero del 118

Il velivolo è atterrato e ripartito nella zona sud della città con l'ausilio di una ambulanza del 118. Un uomo ha avuto un malore nel tratto autostradale di Vasto Sud, ma nè a Termoli nè a Vasto l'uomo sarebbe potuto essere trattato data la gravissima situazione di emergenza legata al covid. Al San Timoteo, con la rete Cross, è stato trasferito - stavolta per Covid - sempre il mattinata un paziente giovane residente in basso Molise all'ospedale di Foggia. La terapia intensiva di Campobasso non dispone di posti letto ed era necessario intubare l'uomo. La buona notizia riguarda invece le dimissioni nella serata di ieri della ragazzina di 12 anni che era arrivata in ospedale con febbre alta dovuta al covid

Una mattinata di ordinaria emergenza a Termoli dove intorno alle 9 è atterrato un elicottero per trasferire una persona che non avrebbe potuto essere trattata nell’ospedale cittadino nè in quello di Vasto.

Elisoccorso ambulanza trasferimento paziente

Il velivolo è arrivato nella zona Sud della città ed è ripartito poco dopo le 9 per trasferire un uomo che aveva avuto un malore nell’area di servizio di Vasto Sud, sulla A14. L’ambulanza del 118 San Salvo lo ha portato fino a Termoli Sud, dove è arrivato l’elicottero che lo ha trasferito a Chieti, dove è stato ricoverato.

eliambulanza 118 elisoccorso

Nè l’ospedale di Termoli nè quello di Vasto, peraltro entrambi in difficoltà per via dell’emergenza Covid, dispongono del reparto di Cardiochirurgia necessario in questa circostanza e questo è il motivo per cui è stato disposto il trasferimento in altro nosocomio.

Al San Timoteo, sempre in mattinata, si è dovuto ricorrere alla rete Cross per trasferire un paziente Covid del Basso Molise a Foggia. Lo stesso era avvenuto ieri per un paziente di San Martino. Il trasferimento odierno si è reso necessario, ancora una volta, per il problema delle Terapie Intensive che, nel nosocomio termolese, non sono deputate alla trattazione dei pazienti Covid e sono riservate ai pazienti non affetti dal virus. Come da bollettino Asrem di ieri, la Rianimazione del Cardarelli di Campobasso è a sua volta al completo (ieri 14 posti occupati) e non riesce a fronteggiare nuovi ricoveri.

 

La buona notizia è che nella serata di ieri è stata dimessa dall’ospedale, ed è dunque tornata a casa, la ragazzina di 12 anni ricoverata con sospetta sintomatologia da Covid-19.

Più informazioni su