Quantcast

Lupi, occhio al Castelfidardo: a Selvapiana si rincorre la terza gioia in una settimana

Il Campobasso ospita domani una delle squadre rivelazione del campionato: i marchigiani sono in zona playoff ma saranno orfani del proprio cannoniere, l’ex Giampaolo. Mirko Cudini pensa al rilancio di Cogliati e Brenci.

È caccia alla terza vittoria in una settimana. Il Campobasso, dopo le ‘sberle’ di Tolentino, ha ritrovato i punti tenendo a debita distanza le inseguitrici. Il primo posto è saldamente in mano rossoblù, il distacco sul Notaresco è di quattro punti. Non ancora rassicurante ma il solco è stato tracciato. E si vuole proseguire su questa strada.

Le gare contro Aprilia e Agnone hanno riconsegnato una squadra vincente seppure non brillantissima, soprattutto se si fa riferimento al primo tempo con i laziali e al secondo con i granata. Ma è chiaro che non si può andare sempre a mille. Mister Cudini ha giustamente fatto ruotare i suoi, ricevendo ottime risposte da chi è stato chiamato in causa. In primis da Rossetti, due gol in due match e molto in palla.

Ma anche a centrocampo gli input lanciati da Ladu e Tenkorang fanno molto ben sperare. Per la sfida di domani, 28 febbraio, al Castelfidardo potrebbero essere rilanciati Pietro Cogliati e Leonardo Brenci, quest’ultimo mercoledì scorso è rimasto in panca per novanta minuti. Un turnover necessario per preservare tutti in vista della settimana tipo che anticiperà la doppia trasferta di Montegiorgio e Piedimonte Matese.

I marchigiani hanno tra le proprie fila due ex: gli attaccanti Giampaolo e Njambè. Il primo, cannoniere neroverde con otto gol, è però squalificato e dunque non scenderà in campo. Una formazione da prendere con le molle, in lotta per un posto nei playoff e sicuramente in grado di esprimersi abbastanza bene.

Arbitrerà il signor Rispoli della sezione di Locri, assistito da Scardovi di Imola e Fumarulo di Barletta.