Quantcast

Emergenza posti letto, via libera a mozione di M5S a sostegno del Vietri

Approvato all'unanimità il provvedimento che punta a "sostenere la proposta avanzata del Commissario ad acta, Angelo Giustini, che prevede l’utilizzo del Vietri di Larino" come centro covid

Alla fine di una giornata piena di colpi di scena sulla scelta di una struttura sanitaria per assistere i pazienti covid a bassa e media intensità di cure e con il ritorno in auge dell’ospedale di Larino (preferito alla clinica Pavone di Salcito), il Consiglio regionale ha ribadito per la quarta volta la sua posizione rispetto all’impiego del Vietri. Come avviene da quasi un anno a questa parte.

Questa volta l’Aula si è espressa favorevolmente sulla mozione proposta dal Movimento 5 Stelle (primo firmatario il capogruppo Andrea Greco) che punta alla valorizzazione delle strutture pubbliche per l’emergenza covid-19. Per capire le potenzialità del Vietri lo stesso Greco aveva fatto un sopralluogo e girato un video che ha fatto il giro dei social.

L’impiego di una struttura privata, la clinica di Salcito che fa parte del gruppo Neuromed di proprietà della famiglia Patriciello, aveva provocato le critiche proprio dei pentastellati. Critiche che Greco e gli altri eletti grillini non avevano nascosto durante il dibattito in Aula.

Con l’atto di indirizzo approvato il Consiglio regionale, nel rilevare che per fronteggiare l’emergenza pandemica in atto la Asrem e la struttura commissariale per il rientro dal deficit sanitario si accingono a valutare la diponibilità degli erogatori privati a fornire posti letto sia per pazienti Covid che non Covid, impegna il Presidente della Regione, anche nella veste di autorità di protezione civile, ad intraprendere tutte le azioni in suo potere al fine di: valorizzare, in ogni maniera possibile ed efficace, le strutture pubbliche disponibili sul territorio molisano per garantire le opportune cure ai pazienti contagiati dal coronavirus;
a sostenere la proposta avanzata del Commissario ad acta, Angelo Giustini, che prevede l’utilizzo della struttura del Vietri di Larino”. Infine la mozione prevede che le strutture private possano essere impiegate nella gestione dell’emergenza pandemica da coronavirus “solo dopo aver valutato e verificato la possibilità di utilizzo di strutture pubbliche”.

Al voto sulla mozione, approvata all’unanimità, non hanno partecipato i consiglieri Cefaratti e Pallante.