Quantcast

Dichiara il falso per avere il Reddito di cittadinanza: 40enne rischia fino a 6 anni di carcere

È un 40enne originario della Provincia di Benevento che ha dichiarato il falso per avere titolo al Reddito: denunciato alla Procura della Repubblica di Campobasso dai Carabinieri della Stazione di Mirabello Sannitico

A scovarlo sono stati i Carabinieri di Mirabello Sannitico che, dopo diversi casi di poco tempo fa, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria, sempre per il reato di indebito percepimento del “Reddito di Cittadinanza”, un 40enne domiciliato stabilmente a Campobasso. L’uomo ora rischia una condanna fino a 6 anni di reclusione.

Gli uomini dell’Arma hanno accertato la falsità delle attestazioni rilasciate dal richiedente il quale, per ottenere il sussidio, ha nascosto la circostanza che vivesse a Campobasso con i propri anziani genitori, ambedue titolari di cospicue pensioni che non gli avrebbero consentito dunque di rientrare tra i beneficiari.

Inoltre, nelle stesse dichiarazioni, l’uomo attestava di essere residente in una casa disabitata di un paese della provincia di Benevento. Invece ha taciuto di essere sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione ai Carabinieri di Campobasso per reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Oltre alla denuncia in sede penale, i Carabinieri lo hanno segnalato all’Inps per la conseguente sospensione del sussidio e successivo recupero della somma illecitamente percepita, pari a 2.500 euro.

 

Il complesso dell’attività investigativa svolta e il capillare controllo del territorio messi in atto dagli uomini del Maresciallo Stefano Parcesepe, Comandante della Stazione, sui comuni di Mirabello Sannitico e Ferrazzano, si inseriscono nel contesto delle linee di intervento tracciate dal Comando Compagnia di Campobasso che mirano a contrastare, in modo specifico e mirato, la criminalità diffusa, così da incidere positivamente sul livello di sicurezza reale e su quello percepito dai cittadini.