Quantcast

In Comune via a sottoscrizioni per 5 leggi. Il Pd: “Firmiamo contro propaganda fascista e nazista”

Uffici della segreteria generale di Palazzo San Giorgio, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 11 alle ore 13. 

Sono iniziate le sottoscrizioni per cinque proposte di legge di iniziativa popolare. Anche in Municipio a Campobasso i cittadini che vogliono farlo possono recarsi nella segreteria generale di Palazzo San Giorgio, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 11 alle ore 13.

Ecco i provvedimenti che si possono sottoscrivere: Modifica e semplificazione del sistema di formazione iniziale e accesso nei ruoli del personale docente nelle scuole di ogni ordine e grado per garantire la valorizzazione sociale e culturale della professione; Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a Fascismo e Nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti; Indizione di referendum di indirizzo su recesso dall’Unione Europea a norma dell’art.50 del TUE; Introduzione del sistema elettorale maggioritario uninominale puro per l’elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica; Elezione a suffragio universale e diretto del Presidente della Repubblica e abolizione dell’istituto dei senatori a vita.

 

Dal centrosinistra i consiglieri Giose Trivisonno, Alessandra Salvatore, Bibiana Chierchia e Antonio Battista annunciano di aver aderito alla proposta di legge popolare contro la propaganda fascista e nazista.

Pd Campobasso Battista Chierchia Salvatore Trivisonno

“Un atto doveroso ma non scontato. Siamo in un’epoca, infatti, nella quale serve ribadire, anche attraverso questa legge specifica, che l’antifascismo è un valore mentre il fascismo un reato: tali principi sono le fondamenta dell’Italia, senza le quali il nostro Paese non sarebbe in piedi”, spiegano in una nota.

“In questi anni di attività consiliare abbiamo affrontato questi temi, facendoci, ad esempio, promotori del conferimento della cittadinanza a Liliana Segre e a Piero Terracina, perché consapevoli che oggi c’è bisogno di tutto ciò. L’esigenza di questa legge, infatti, nasce dai troppi “rigurgiti” che la cronaca ci racconta quotidianamente.

Come consiglieri comunali abbiamo dato la disponibilità ad autenticare le firme e siamo disponibili a collaborare con associazioni e cittadini che vorranno organizzare momenti di raccolta firme. Inoltre, ogni campobassano potrà sottoscrivere la proposta presso il Comune di Campobasso”.

Quindi l’invito a tutti i cittadini campobassani a sottoscrivere l’iniziativa.

legge fascismo