Quantcast

Boom di richieste per l’Ecosismabonus. Il Pd: “Velocizzare le procedure”

I consiglieri comunali del centrosinistra chiedono di istituire un apposito sportello per rispondere alle istanze presentate dai cittadini

Ci sono tantissimi cittadini campobassani che hanno intenzione di presentare la domanda per accedere ai contributi previsti nell’Ecosismabonus, la misura prevista dal Governo per interventi di riqualificazione energetica e sismica che potrebbero rimettere in moto anche le piccole edili locali.

Ma si corre il rischio di ‘ingolfare’ gli uffici preposti e che la richiesta venga bloccata dalla burocrazia.

Per questo i consiglieri comunali del centrosinistra Antonio Battista, Giose Trivisonno, Alessandra Salvatore e Bibiana Chierchia hanno chiesto all’amministrazione pentastellata di agevolare l’iter e istituire un apposito sportello dedicato a smaltire le pratiche. 

“La Giunta di Campobasso si deve attivare immediatamente per agevolare in città il percorso dell’ EcoSismaBonus 110%”, sostengono i consiglieri di opposizione.

“In questi giorni è forte la richiesta dei cittadini in tal senso. Si prevede, come già detto nella seduta di consiglio comunale su approvazione bilancio, un forte stress per l’ufficio urbanistica che andrà potenziato in tempi brevi. La lentezza burocratica potrebbe essere un serio ostacolo per i cittadini intenzionati ad efficientare energeticamente e sismicamente la propria abitazione.

I tecnici necessiteranno in molti casi dei progetti originali degli edifici mettendo sotto stress una struttura con un organico già di per se ridotta al minimo”.

Inoltre “il Comune di Campobasso deve fornire immediatamente linee guida per la occupazione perenne dei marciapiedi comunali nel caso in cui l’edificio confini con area pubblica (tanti casi in città, dal centro alla zona murattiana e Via Monsignor Bologna). Non chiediamo una deregolamentazione, tutto il contrario: normare l’utilizzo di spazi pubblici nell’interesse dell’ambiente e dei cittadini”. 

Da qui la presentazione di una mozione che fa seguito all’ordine del giorno già approvato in Consiglio comunale poco tempo fa volto a velocizzare la richiesta sul bonus 110% potenziando l’Ufficio Patrimonio.