Quantcast

A Campobasso non si pagheranno più i diritti di segreteria per i certificati on line

Lo ha stabilito l'amministrazione guidata da Roberto Gravina che ha approvato un'apposita delibera per i certificati anagrafici: "Procedura di rilascio più semplice, cancellata anche la necessità di costi derivanti dalle commissioni bancarie"

A Campobasso non si dovranno più pagare i cosiddetti ‘diritti di segreteria‘, ossia il corrispettivo che i cittadini versano al Comune quando si richiedono determinati certificati. Lo ha stabilito l’amministrazione guidata da Roberto Gravina che ha approvato un’apposita delibera per i certificati anagrafici emessi on line.

L’emergenza sanitaria infatti ha favorito l’erogazione in via telematica di determinati servizi per ridurre al massimo la mobilità degli utenti e la loro presenza fisica all’interno degli uffici pubblici, giungendo di fatto ad intensificare così il ricorso alla certificazione “online”.

Il passaggio alla certificazione anagrafica corrente “online”, in alternativa a quella erogata presso gli sportelli, permette l’eliminazione dei diritti di segreteria – sottolineano dal Municipio – rendendo più semplice la procedura di rilascio ed eliminando la necessità di costi derivanti dalle commissioni bancarie sproporzionate in confronto alle cifre da riscuotere.

L’eliminazione dei diritti di segreteria sulle certificazioni anagrafiche di natura corrente comporta una riduzione negli introiti, ma ha anche, quale contraltare, un sostanziale risparmio nei consumi di cancelleria e, soprattutto, un migliore utilizzo del personale destinandolo ad altre incombenze sempre attinenti i servizi demografici e statistici”.

Il Comune sottolinea un altro vantaggio dell’iniziativa: “L’eliminazione dei diritti di segreteria presso gli sportelli, sulle certificazioni di natura corrente, produce un miglioramento sostanziale anche nei tempi d’erogazione del servizio, riducendo i tempi d’attesa dei richiedenti dovuti alla gestione dell’incasso e dei conseguenti resti”.

Dunque, l’Amministrazione invita i cittadini che hanno necessità di richiedere tali certificazioni, di farlo utilizzando in modo prioritario il canale mail che è il più celere per questo tipo di servizio, facendo riferimento agli indirizzi presenti sul sito web del Comune oppure contattando direttamente l’URP (Ufficio Relazioni con Il Pubblico) all’indirizzo urp@comune.campobasso.it.

Infine, si specifica che l’insieme dei diritti e delle esenzioni, di cui alla legge 8 giugno 1962 n.604 e successive modificazioni ed integrazioni, vengono invece mantenuti nei confronti delle certificazioni storiche e delle autentiche di sottoscrizione.