Quantcast

26 febbraio – Nessun decesso, non succedeva da un mese. Altri 7 ricoveri e i contagi a Termoli crescono senza sosta

Bilancio delle vittime fermo a 362 ma continua la crescita degli ospedalizzati. La città adriatica fa segnare ancora 20 nuovi casi nonostante tre settimane di restrizioni. Oggi 64 positivi su 767 tamponi

Dopo quasi un mese (era il 30 gennaio) il Molise registra una giornata senza decessi legati al Covid-19 (una persona al Veneziale era considerata negativizzata dal Sars-Cov-2 prima del decesso). Tuttavia anche oggi è elevato il numero dei ricoveri, ben 7, e non c’è alcuna dimissione. I nuovi casi sono 64 su 767 tamponi per un tasso dell’8,3%. Preoccupano i 20 casi positivi a Termoli, nonostante quasi tre settimane di zona rossa. Gli attualmente positivi sono 1.766.

Ieri in Molise erano stati rilevati 134 contagi su 1.023 tamponi per un tasso di positività del 13,1%. I decessi erano stati 3, i ricoveri 6.

+7 RICOVERI, 3 PAZIENTI TRASFERITI NELLA RIANIMAZIONE COVID DEL NEUROMED

L’escalation di ricoveri – uno dei fattori fondamentali per dichiarare il Molise zona rossa – non si ferma. Il bollettino dell’azienda sanitaria regionale di oggi (26 febbraio) riferisce di cinque persone trasferite a causa di un peggioramento delle loro condizioni di salute. Dall’area grigia del pronto soccorso di Termoli ha avuto bisogno di un posto letto nel reparto di Malattie Infettive del Cardarelli un degente di Santa Croce di Magliano. Un suo concittadino che già si trovava in Infettive è stato intubato in Terapia Intensiva nel nosocomio di Campobasso.
E’ invece di Venafro il paziente ricoverato al Gemelli e portato nel reparto di sub-intensiva del Neuromed. Nella Rianimazione dell’istituto di Pozzilli invece è stato ricoverato un agnonese che si trovava in Infettive. Infine, un quinto paziente che aveva bisogno di ventilazione polmonare h24 è stato trasferito dalla terapia Intensiva di Campobasso a quella del Neuromed.

Oggi inoltre ci sono stati sette nuovi ricoveri: 4 degenti hanno avuto bisogno di un posto letto nel reparto di Malattie Infettive del nosocomio del capoluogo. Si tratta di due persone di Campobasso, di un degente di Santa Croce di Magliano e di uno di Montelongo. Inoltre ricovero nella Terapia sub intensiva per un venafrano, mentre è originario di Agnone il paziente covid ricoverato nella Rianimazione Neuromed.
Attualmente al Cardarelli sono ricoverati 80 pazienti (14 in Terapia Intensiva, 66 in Infettive), 15 nell’area grigia del pronto soccorso del San Timoteo di Termoli, mentre al Gemelli ci sono 11 degenti. Tre infine nella Rianimazione Neuromed.

64 POSITIVI, L’8,3% DEI TAMPONI. 20 SOLO A TERMOLI

64 tamponi positivi su 767 tamponi. Scende dunque a 8.3% il tasso di positività e i nuovi contagi sono meno dei guariti. Il numero più alto lo fa registrare (ancora) Termoli che, nonostante la zona rossa in vigore da settimane, anche oggi conta 20 casi di infezione. Fa specie in particolare perché tutti gli altri comuni in cui si sono rilevati contagi ne hanno al massimo 4 ma molto spesso anche meno. 4 contagi sono a Campobasso, Santa Croce di Magliano e Sesto Campano. 3 invece i nuovi contagi a Colletorto. Per il resto tutti i centri registrano 1 o al massimo 2 casi.

Da notare come per il terzo giorno consecutivo Campomarino non sia presente nell’elenco, a dimostrazione di come lì abbia funzionato la zona rossa. Agnone, in cui da pochi giorni si registra un cluster importante, oggi ha solo 2 casi in più.

Bollettino 26 febbraio

75 PERSONE NEGATIVIZZATE

È di 75 il numero totale di coloro che sono guariti dal Sars-Cov-2. Il numero più alto si registra a Termoli con 14 contagiati che si sono negativizzati, 7 invece quelli che si registrano a Campomarino. Seguono, subito dopo, i comuni di Bojano e Larino con 6 guariti e 5 a Santa Croce di Magliano. Sono 4 invece i guariti a Palata, 3 quelli che il bollettino Asrem segnala a Bonefro e San Martino in Pensilis. A seguire 2 guariti rispettivamente nei comuni di: Campodipietra, Guglionesi, e Toro.

Infine un guarito per i comuni di Casacalenda, Colli a Volturno, Fornelli, Lucito, Montecilfone, Montelongo, Pietracatella, Portocannone, Provvidenti, Riccia, Ripalimosani, San Massimo, San Polo Matese, Torella del Sannio e Vinchiaturo.

VACCINI, IN MOLISE OLTRE 20MILA SOMMINISTRAZIONI. 7300 LE SECONDE DOSI

Sono arrivate alla cifra di 20.214 le somministrazioni di vaccino (tra Pfizer e Astrazeneca) in Molise. Di queste, 7.309 sono le seconde dosi (solo Pfizer). Il cammino è ancora lungo. Intanto in Italia, come riporta il report del Governo, le somministrazioni sono quasi 4 milioni. Di queste 1 milione e 370 mila sono seconde dosi.

I DATI NAZIONALI

Sono 20.499 i contagi accertati nelle ultime 24 ore in Italia dal Ministero della Salute a fronte di 325.404 test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività ancora in aumento e attestato al 6,3%. Ieri erano stati rilevati 19.886 contagi a fronte di 353.704 test e il tasso era pari al 5,6%. Le vittime oggi sono 253 mentre ieri erano state 308.

Anche oggi salgono i ricoveri in terapia intensiva, di 26 unità (ieri +11). E salgono di 35 unità anche quelli nei reparti Covid ordinari (ieri +40).

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.