23 febbraio – 8 nuovi ricoveri, 110 positivi e 4 morti. 120 i molisani in ospedale per Covid

4 i decessi odierni, 3 al Cardarelli e uno fuori regione (Pescara). 5 pazienti trasferiti in elisoccorso, altri 8 ricoverati a Campobasso, al San Timoteo di Termoli e al Gemelli Molise, dove i posti impegnati sono 16 su 20 disponibili. Il tasso di positività supera il 9%, più alto della media nazionale. Nuovo focolaio ad Agnone, dove ci sono 23 persone alle quali il tampone molecolare ha diagnosticato la covid. 110 i nuovi casi su 1210 tamponi refertati.

ALTRI 3 DECESSI ALL’OSPEDALE CARDARELLI. 21ESIMA VITTIMA DI CAMPOMARINO

Erano ricoverate tutti all’ospedale Cardarelli di Campobasso le tre persone che hanno perso la battaglia contro il virus. Due pazienti erano ricoverati e intubati nel reparto di Terapia intensiva: un cittadino di Larino di 61 anni e poi l’ex consigliere regionale Luigi Pardo Terzano, la cui morte ha provocato sgomento nel mondo della politica regionale. In Malattie Infettive invece si è spento un anziano di 80 anni di Campomarino, che ancora una volta piange un suo concittadino vittima del covid. E’ il 21esimo decesso in paese. Anche oggi sale drammaticamente il totale delle vittime dall’inizio della pandemia: sono 356 i molisani spirati con la covid.

Il covid stronca anche l’ex consigliere regionale Luigi Pardo Terzano

AL COVID HOSPITAL DI PESCARA PERDE LA VITA PAZIENTE MOLISANO CONTAGIATO NEL CLUSTER GEMELLI

E’ deceduto nell’ospedale Covid di Pescara un uomo molisano, residente a Guardialfiera, che aveva contratto il virus del Sars Cov 2 durante un ricovero al Gemelli Molise, dove a gennaio era scoppiato un importante focolaio. Trasferito a Pescara, l’uomo non ce l’ha fatta purtroppo e ha perso la battaglia. Cordoglio espresso dall’Amministrazione comunale di Guardialfiera: “Una triste notizia ci ha raggiunto poco fa, un altro nostro concittadino, ex amministratore comunale distintosi per le sue qualità umane e politiche, è deceduto per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute dopo aver contratto il Covid. Ciao Osvaldo, che la terra ti sia lieve”.

FOCOLAIO AD AGNONE, 23 POSITIVI. ANCORA NUMERI ALTI PER TERMOLI

È del 9,1% il tasso di positività odierno in Molise. Sono stati repertati infatti 1210 tamponi e di questi 110 sono risultati positivi. Il primo dato che balza agli occhi è un preoccupante 23 alla voce nuovi casi ad Agnone, il che fa ritenere ci possa essere un nuovo Cluster nella cittadina altomolisana.
La seconda località per nuovi contagi è Campobasso con 16, appena davanti a Termoli con 15. La città Adriatica continua a registrare una notevole numero di nuovi casi, mentre Campomarino che era stata l’origine del focolaio che ha portato alla zona rossa del Basso Molise può finalmente respirare, visto che c’è stato soltanto un nuovo caso positivo.
Purtroppo però in basso Molise la situazione non è al pari livello, perché ad esempio a Santa Croce di Magliano ci sono 8 positività, altre 4 anche a Guglionesi e a San Martino in Pensilis. Nel resto della regione si segnalano i 5 casi di Bojano, i 4 di Isernia e altrettanti a Frosolone. Gli attualmente positivi arrivano quindi a 1735.

8 NUOVI RICOVERI, 85 PAZIENTI COVID AL CARDARELLI, 9 A TERMOLI

Le Malattie infettive dell’ospedale Cardarelli oggi registrano 71 pazienti covid. Sono 14 invece le persone intubate nella terapia intensiva, per un totale di 85 malati.
Sono 9 invece le persone ricoverate nell’area grigia del San Timoteo di Termoli e ben 16 al Gemelli Molise, dove i posti disponibili complessivamente sono 20.
8 i ricoveri odierni, 3 in Malattie Infettive (Termoli, Campobasso e Fornelli), 2 al Gemelli (Rotello e Montenero di Bisaccia) uno al San Timoteo (Termoli) e uno nella Terapia Intensiva di Campobasso (Termoli). Complessivamente ci sono 5 pazienti trasferiti dal Molise ad altri ospedali italiani con la rete di solidarietà Cross.

TRA I RICOVERATI IN TERAPIA INTENSIVA ANCHE ESPONENTI DELLE FORZE DELL’ORDINE. CAMPOMARINO PREGA PER IL SUO MARESCIALLO

È ricoverato a Campobasso, un dirigente della Polizia di Stato della questura di via Tiberio. Le sue condizioni sono serie e l’equipe del dottor Flocco sta lavorando h24, così come per tutti i degenti, per salvargli la vita. È stato trasferito invece dalla rianimazione di Campobasso con l’eliambulanza, il maresciallo Arturo D’Amico comandante della stazione Carabinieri di Campomarino. Anche lui purtroppo contagiato dal covid, ha subito un repentino peggioramento delle sue condizioni respiratorie. Giunto in ospedale, i medici hanno potuto soltanto stabilizzarlo e disporne il trasferimento presso la terapia intensiva di un altro nosocomio di fuori regione perché gli ospedali molisani sono saturi. Il maresciallo D’amico è un riferimento fondamentale per la comunità di Campomarino e dei paesi d’intorno. Attonita la popolazione dopo aver saputo la notizia del suo trasferimento, si è stretta attorno alla famiglia auspicando un rapido miglioramento delle sue condizioni di salute.

7 PAZIENTI LASCIANO MALATTIE INFETTIVE PER TORNARE A CASA

La buona notizia di oggi riguarda le dimissioni. Sono 7 complessivamente, tutte dal reparto di malattie infettive e tropicali dell’ospedale Cardarelli. Hanno lasciato il nosocomio per tornare a casa pazienti di Bojano, Campobasso, Larino, Ripalimosani, San Martino in Pensilis, Termoli e Trivento.

105 GUARITI, LA MAGGIOR PARTE A TERMOLI

Notevole il numero di guariti comunicati nella giornata di oggi dall’Azienda sanitaria regionale del Molise. Sono infatti ben 105 e di questi 33 sono termolesi. Ben 18 le negativizzazioni a Campobasso, mentre anche a Campomarino c’è un buon numero di nuove guarigioni, 8. Attualmente il numero di guariti dall’inizio dell’epidemia ha raggiunto quota 8.215.

bollettino covid 23 febbraio

I DATI NAZIONALI 

I nuovi casi di positività al Sars Cov 2 di oggi 23 febbraio sono 13314 su 303.850 tamponi. Il tasso di positività è del 4,4%, in leggero calo (ieri 5,6%). Bisogna tuttavia precisare che il tasso di positività sui solo tamponi molecolari (PCR) è dell’8,1%. I decessi sono stati 356, più degli ultimi due giorni (ieri 274).

Anche oggi salgono i ricoveri: +28 quelli in terapia intensiva (ieri +24) e +140 quelli nei reparti Covid ordinari (ieri +79). Oggi sono state somministrate 102962 1° dosi e 6714 2° dosi. La popolazione vaccinata è il 2.22%: a questo ritmo il 10% della popolazione risulterà vaccinato tra 133 giorni (6/7/2021).

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.