Quantcast

16 febbraio – Nuova impennata di contagi in BassoMolise, tasso al 10% con la variante inglese. Terapie Intensive al massimo storico: 12 intubati

Su 1206 tamponi con pcr, 121 le nuove diagnosi, concentrate in gran parte in Basso Molise. 23 nuovi casi a Termoli, 10 a San Martino, 6 a Portocannone, 4 a Guglionesi, 3 a Campomarino. Ancora ricoveri, due direttamente nel reparto di Rianimazione, che raggiunge la capienza massima. Occupati tutti e 12 i posti del Cardarelli. I decessi di oggi riguardano la morte di una 92enne Sant'Elia a Pianisi, mentre gli altri si riferiscono alla giornata di ieri, dove ci sono state ben 8 morti causate dal virus

OGGI UN DECESSO, IERI INVECE NUMERO RECORD DI 8 MORTI LEGATE AL COVID

Una 92enne di Sant’Elia a Pianisi ha perso la vita nelle ultime ore per il virus. Era ospite della RSA del paese.

MUORE ANZIANA IN CASA DI RIPOSO, DIVENTANO 13 LE VITTIME A SANT’ELIA
Altro lutto per Sant’Elia a Pianisi, paese che sta pagando un prezzo altissimo in termini di vite umane al coronavirus. Nelle scorse ore un’anziana 92enne ospite della Rsa del paese ha perso la vita per l’infezione da Covid-19. Con questo decesso il bilancio delle vittime a Sant’Elia a Pianisi tocca quota 13. Pochi altri comuni molisani hanno avuto così tanti lutti legati alla pandemia.

Sono invece 329 finora i decessi causati dal Covid nella nostra regione, gran parte dei quali in questa nuova e ben più temibile ondata.

Oggi nel bollettino Asrem risultano 5 decessi, ma in realtà 3 si riferiscono a morti avvenute nella giornata di ieri 15 febbraio. Si tratta del 69enne di Ripalimosani, del 71enne di Guglionesi e dell’88enne Termoli, dei quali avevamo dato notizia nel bollettino precedente. La Asrem ha anche aggiornato il dato riferito a una donna di 79 anni di Civitacampomarano deceduta nella sua abitazione il 2 febbraio scorso. Dunque oggi è stato registrato un decesso, mentre nella giornata di ieri il numero record di ben 8 morti. A perdere la vita in serata, infatti, un 71enne di Guglionesi e un 68enne di Pietracatella che aveva sviluppato la covid. A darne notizia l’amministrazione comunale: “E’ è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari e dell’intera comunità Antonio Marcucci. Antonio, uomo gentile e onesto, ha perso la sua personale battaglia contro il Covid-19. Con la speranza che questo triste periodo possa concludersi quanto prima, porgiamo sentite condoglianze alla famiglia”.

Guglionesi fa i conti con la variante inglese: due lutti in 24 ore, grave un giovane e diversi ragazzi contagiati

SCHIZZANO CONTAGI (+121) E TASSO DI POSITIVITA’ (10%): BOOM NELLA ZONA ROSSA. 77 I GUARITI
Nuovo boom di contagi in Molise e soprattutto nella ‘zona rossa’ della nostra regione: sono state riscontrate 121 diagnosi di positività in più su 1206 tamponi refertati nelle ultime 24 ore, con il tasso di positività che supera di poco il 10%.
Purtroppo ‘in testa’ alla classifica della città che registra il maggior numero di casi c’è Termoli (23). Ci sono 10 contagi in più a San Martino in Pensilis, 6 a Portocannone e Santa Croce di Magliano, invece altri 4 casi sono stati riscontrati rispettivamente a Casacalenda, Guglionesi. Da segnare un +3 Campomarino.
Ma l’elenco dei comuni interessati da nuovi contagi è lunghissimo, come emerge dal bollettino diramato dall’Asrem: 9 positività in più rilevate a Campobasso, mentre sorprendono i 7 casi accertati a Petrella Tifernina e probabilmente legati al cluster scoppiato un paio di settimane fa all’interno della scuola.
Sei nuovi contagi a Bojano, Roccavivara e Venafro. Quattro a Provvidenti, seguito da Colli al Volturno (+3). E ancora: 2 casi in più a Bonefro, Isernia, Pietracatella, Pozzilli.
Registrano un positivo i seguenti comuni: Castelmauro, Cercemaggiore, Larino, Mafalda, Matrice, Montelongo, Montenero di Bisaccia, Montorio, Ripabottoni, Ripalimosani, San Massimo, Santa Maria del Molise, Torella del Sannio, Toro, Ururi, Vinchiaturo.
Attualmente sono 1563 i molisani con un’infezione da nuovo coronavirus, mentre i guariti sono 77. La maggior parte a Campobasso (10) e Termoli (7).

TERAPIE INTENSIVE COVID AL COMPLETO: 12 PAZIENTI IN RIANIMAZIONE AL CARDARELLI

Sono 12  le persone trattate con ventilazione meccanica h24 nella terapia intensiva del Cardarelli. 12 significa che il reparto è saturo. Mai, dall’inizio della pandemia in Molise, era stato registrato un numero così elevato di pazienti trattati nel reparto salvavita. Di fatto le terapie covid in Molise, quelle afferenti il pubblico, sono occupate al 100%. È una situazione molto difficile ed è probabile che nelle prossime ore, qualora dovesse verificarsi la necessità di reperire nuovi posti di terapia intensiva per pazienti molisani, vengano impiegate anche le rianimazioni degli ospedali periferici, finora escluse dalla gestione di pazienti covid. Sono invece 71 i pazienti ricoverati in malattie infettive del Cardarelli.

Due persone, entrambe di Termoli, sono state ricoverate direttamente nel reparto di terapia intensiva del Cardarelli nella serata di ieri. Un altro cittadino col covid, di Santa Croce di Magliano, è stato invece portato nel reparto di malattie infettive dove Al momento ci sono 71 degenti. C’è stata un’unica dimissione, e si riferisce a una persona di Termoli che fortunatamente è potuta tornare a casa perché in condizioni migliorate. Resta altissima la pressione sul Cardarelli, mentre 10 posti letto di malattie infettive del Gemelli sono tutti occupati.

DOMANI SINDACI INCONTRANO ASREM E  COMMISSARIO SU EMERGENZA OSPEDALI

Blocco ricoveri ordinari al S.Timoteo, mercoledì sindaci incontrano Asrem e Giustini

TERAPIE INTENSIVE E RICOVERI COVID, IL PICCO IN QUESTI GIORNI: COMPLICE VARIANTE INGLESE

Grafici bollettino 16 febbraio

Ecco un grafico che evidenzia come il Molise si trovi nel picco sia delle postazioni occupate in terapia intensiva sia di ricoveri. Non sembrano esserci dubbi che a moltiplicare i casi delle ultime settimane sia stata la cosiddetta variante inglese, che il Molise ha isolato attraverso l’Istituto Zooprofilattico di Teramo. Il laboratorio di biologia molecolare del Cardarelli sta iniziando tuttavia a isolare le varianti grazie al sequenziatore acquistato dalla Asrem. Proprio la variante inglese, in questo caso, è responsabile dell’ aumento di ospedalizzazioni e dunque di decessi. Nel momento in cui aumentano esponenzialmente i casi aumentano anche, in termini assoluti, i pazienti con grave sintomatologia che hanno bisogno di cure mediche e, purtroppo, cresce il numero dei morti.

L’ANDAMENTO DELLA EPIDEMIA NELLE DUE PROVINCE DI CAMPOBASSO E ISERNIA 

Grafici bollettino 16 febbraio

VACCINI, MEDIA DI SOLI 250 AL GIORNO. DOPO BOOM DI PRENOTAZIONI NESSUNA INDICAZIONE PER OVER 80

Procede a rilento la campagna di vaccinazione anti covid in Molise. Rispetto alla media iniziale di circa 400 somministrazioni giornaliere, si è passati a una media di sole 250. Colpa, sostengono da Regione e Asrem, del blocco delle forniture. Entro la fine del mese sono attese altre 22mila dosi ma intanto, in seguito al boom di prenotazioni da parte degli over 80 sulla piattaforma approntata per il Molise, letteralmente presa d’assalto, non sono seguite comunicazioni di sorta. Nemmeno i medici di base, che fino a questo momento non sono stati coinvolti a differenza di quanto sta accadendo in altre regioni, sono in grado di fornire indicazioni su modi, tempi e luoghi della vaccinazione per le fasce anagrafiche più vulnerabili, che è attesa con impazienza dalla popolazione. Tanto più alla luce di un incremento sensibile di contagi.

I DATI NAZIONALI

Sono 10.386 i contagi accertati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del Ministero della Salute sulla base di 274.019 test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività del 3,8% circa. Ieri erano stati rilevati 7.351 contagi a fronte di 179.278 test e il tasso era pari al 4,1%. Le vittime oggi sono 336, mentre ieri erano state 258.

Al contrario di ieri, oggi scendono sia i ricoveri in terapia intensiva che sono -15 (ieri +4), sia quelli nei reparti ordinari, vale a dire -52 (ieri +66).

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.