Quantcast

10 febbraio – 76 nuovi positivi su 638 tamponi, 5 ricoverati e 7 morti in un solo giorno

Il tasso oggi si attesta sul 11,9%. Sul fronte dei decessi è una giornata drammatica, fra le peggiori dall'inizio della pandemia in Molise: hanno perso la vita 4 cittadini di Campomarino (il più giovane di 58 anni), un 77enne di Larino, un cittadino di Sant'Elena Sannita e infine un uomo di San Martino in Pensilis non ancora conteggiato nel bollettino Asrem. Le malattie infettive del Cardarelli sono a quota 67 ricoveri, 6 invece in terapia intensiva. Ancora una volta la maggioranza dei contagi arriva dal basso Molise, in modo particolare da Campomarino, Termoli e comuni confinanti.

7 VITTIME IN POCO Più DI 24 ORE, BEN 4 A CAMPOMARINO

Il bollettino dell’Asrem riporta 6 vittime, che invero si riferiscono alla giornata di oggi ma anche a parte di quella di ieri. A queste va aggiunto un anziano di San Martino in Pensilis deceduto ieri pomeriggio al San Timoteo di Termoli. Ben 4 vittime sono di Campomarino, un comune falcidiato in questo momento dal virus. Non ce l’hanno fatta una donna 73enne (deceduta ieri nella propria abitazione), e tre persone – tra i 58 e i 74 anni – ricoverati nella Terapia Intensiva dell’ospedale Cardarelli. Precisamente si tratta di un 74enne, un 70enne e un 58enne, tutti uomini.

Ma tra ieri e oggi si era appreso della morte anche di un uomo di 77 anni di Larino, spirato in un letto del reparto di Malattie Infettive. Nello stesso reparto oggi è morto un uomo di 87 anni di Sant’Elena Sannita. Come detto, a queste vittime va aggiunto l’uomo di San Martino in Pensilis, e come si vede il Basso Molise sta pagando un prezzo altissimo in termini di vite umane. In totale salgono dunque a 312 le vittime molisane dall’inizio dell’epidemia.

Bollettino 10 febbraio

+5 PAZIENTI TRASFERITI AL CARDARELLI, MA I RICOVERI CALANO A CAUSA DEI DECESSI

Se oggi – 10 febbraio – l’ospedale Cardarelli di Campobasso fa registrare un numero inferiore di posti letto occupati (73, in pratica due in meno rispetto a ieri), è a causa dei 5 decessi tra i pazienti covid ricoverati e alle due dimissioni. Hanno lasciato il nosocomio del capoluogo un degente di Campobasso e uno di Gambatesa.
Tuttavia, altre cinque persone sono state trasferite nel reparto di Malattie Infettive. Tre di questi arrivano da altrettanti paesi della zona rossa del Basso Molise (Termoli, Guglionesi e Larino), gli altri due degenti bisognosi delle cure del personale sanitario arrivano da Colle d’Anchise e da Torella del Sannio.
Attualmente al Cardarelli sono ricoverate 73 persone, di queste ‘solo’ 6  sono in Terapia Intensiva, i cui posti letto si erano riempiti fino al limite della capienza nei giorni scorsi. Invece in Malattie Infettive sono ricoverati complessivamente 67 degenti.

TASSO DI POSITIVITA’ ANCORA ALTO, 56 NUOVI CASI SOLO IN BASSO MOLISE

Anche oggi 3 positività su 4 (56 su 76) arrivano dalla zona rossa del Basso Molise. Sono infatti 76 i nuovi contagi rilevati dall’azienda sanitaria regionale del Molise su 638 tamponi refertati per un tasso di positività del 11,9%. È ancora una volta e Campomarino a segnare il numero più alto di nuovi casi (18), con Termoli appena dietro a quota 12. Restando in basso Molise da segnalare i 7 casi di Larino, i 5 di Portocannone e i 4 di San Martino in Pensilis, a dimostrazione come sia questa l’area geografica molisana dove il Sars-Cov2 è più presente da qualche settimana, anche a causa della diffusione della variante inglese. Fuori dalla zona rossa Campobasso fa rilevare 9 positività, mentre sono pochissimi i contagi in provincia di Isernia.

31 PERSONE BATTONO IL VIRUS, 6 SONO CAMPOBASSANI

Oggi come ieri: lo stesso numero di persone hanno sconfitto il virus, 31 per l’esattezza, come riferisce il bollettino di questa sera. Sei sono di Campobasso, mentre si sono negativizzate tre cittadini originari rispettivamente di Isernia, Macchiagodena e Pozzilli.
Due guarigioni si registrano in tre comuni della zona rossa: Campomarino, Tavenna e Termoli.
Infine una persona ha superato il virus nei seguenti centri: Bojano, Castel del Giudice, Colle d’Anchise, Gambatesa, Larino, San Giovanni in Galdo, San Giuliano del Sannio, San Martino in Pensilis, Santa Croce di Magliano e Venafro.

I DATI NAZIONALI

Sono stati 12.956 i contagi accertati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute sulla base della cifra record di 310.994 test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività del 4.2% circa. Ieri, con 10.630 contagi a fronte di 144.270 test, il tasso era del 5,5%. Le vittime oggi sono 336, in calo rispetto alle 422 di ieri. Superata quota 92mila decessi dall’inizio dell’epidemia.

In calo di 12 unità il numero di persone ricoverate in terapia intensiva (ieri +0). Scendono di 232 unità anche le persone ricoverate nei reparti ordinari (ieri -15).

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.