Quantcast

Violano coprifuoco e lockdown, 5 ragazzi multati dai carabinieri

Continuano le verifiche dei militari della Compagnia di Isernia finalizzate ad assicurare il puntuale rispetto delle disposizioni anti-covid

Sono stati sorpresi mentre passeggiavano tranquillamente nel centro storico di Isernia. Verso mezzanotte sono stati ‘beccati’ dai militari del Nucleo operativo radiomobile di Isernia: i due ragazzi, che fra l’altro non indossavano nemmeno la mascherina, non sono riusciti a fornire valide motivazioni sulla quella ‘passeggiata’ notturna e sono stati multati. 

Stesso ‘destino’ per altri tre giovani perché sorpresi dai militari di Carpinone in auto, provenienti da altra provincia, non riuscendo a giustificare le ragioni del loro viaggio, nella giornata dell’Epifania, quando l’Italia era in zona ‘rossa’ ed erano vietati gli spostamenti.

Le sanzioni sono state svolte nell’ambito dei controlli svolti sul rispetto delle norme anti-covid eseguiti dai militari della Compagnia di Isernia e disposti dal prefetto Vincenzo Callea. Sotto controllo l’uso delle mascherine, il divieto di assembramenti e il rispetto delle limitazioni imposte ai gestori degli esercizi pubblici.

Nei guai sono finite altre due persone: una a Cantalupo nel Sannio, dove è stato multato un cittadino che si aggirava nei pressi di un esercizio pubblico non indossando la mascherina intrattenendosi a colloquiare con altri amici che invece la indossavano, rappresentando futili motivi sul mancato utilizzo del dispositivo di protezione.

I Carabinieri della Stazione di Frosolone invece hanno controllato un giovane che alla guida di un’autovettura, alla vista dei militari, aveva cercato di allontanarsi per far perdere le proprie tracce. L’interessato, nel corso della verifica, ha dichiarato false generalità e di non aver al seguito i documenti di guida e circolazione. IN realtà, il ragazzo non aveva mai conseguito la patente.

Quindi, anche alla luce delle false generalità dichiarate, è stato segnalato all’autorità giudiziaria e multato per aver violato l’articolo 116 del codice della strada per aver guidato l’auto senza aver conseguito la patente, infrazione per cui è stabilita una contravvenzione di 5.110 euro.

“L’Arma di Isernia – si legge in una nota – continua l’ attività di controllo su uso dei dispositivi, spostamenti e rispetto delle regole da parte dei titolari degli esercizi pubblici,  per contrastare la diffusione dell’epidemia sanitaria in modo da mantenere alta l’attenzione dei cittadini sull’osservanza delle misure di contenimento della diffusione del contagio richiamandoli a comportamenti responsabili”.