Spacciavano eroina e cocaina in pieno centro storico, perquisizioni e denunce all’alba

All’interno dell’abitazione i carabinieri hanno sequestrato anche diverse compresse di suboxone. Quattro extracomunitari avevano organizzato una base logistica per la vendita al dettaglio sulla piazza di sostanze stupefacenti

Decine di perquisizioni sono state eseguite dai carabinieri del nucleo operativo di Campobasso in diverse abitazioni del capoluogo. Riflettori perlopiù sul centro storico dove maggiormente si concentra lo spaccio al minuto di sostanze stupefacenti.

E questa volta sono quattro i cittadini extracomunitari di origine africana, scoperti che in un appartamento di via Ferrari mentre erano intenti ad organizzare l’attività di spaccio.

In casa, i militari hanno trovato 16 dosi di eroina 2 di cocaina, 18 compresse di “suboxone” (medicinale oppioide utilizzato per la trattazione delle tossicodipendenze, ma il cui abuso può determinare una tossicomania). Il tutto pronto per essere immesso nel mercato delle cessioni ai tossicodipendenti.

A carico degli extracomunitari, trovati in possesso anche della somma di denaro pari a circa mille euro, ritenuto provento dell’illecita attività, è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica, sempre particolarmente attenta nei confronti di tali reati e rispetto al dramma, anche sociale, che tale fenomenologia comporta.