Scuole elementari chiuse o aperte, i sindaci si dividono e molti protestano: “Siamo senza dati”

Campobasso e Termoli scelgono di non aprire dal 7 gennaio le scuole Primarie e lo stesso fanno centri come Campomarino, mentre diversi piccoli paesi decidono di derogare all’ordinanza del presidente regionale

Scuole Primarie chiuse nei centri più grandi quali Campobasso e Termoli ma non solo, aperte in diversi paesi più piccoli e a Isernia. Per ora questo il quadro che emerge dopo l’ordinanza del presidente regionale Donato Toma che ha deciso di tenere chiuse scuole Secondarie di Primo e Secondo grado almeno fino al 17 gennaio vista la situazione epidemiologica legata al Covid-19. Sulle Primarie ha invece lasciato possibilità di scelta ai sindaci.

Indice Rt vicino alla “soglia di allerta”, Toma proroga restrizioni fino al 17 gennaio: scuole chiuse e limitazioni ai trasporti

A differenza di quanto accaduto prima di Natale, quando quasi tutti i sindaci avevano derogato alla scelta preferendo aprire le scuole Elementari, stavolta i sindaci di Campobasso e Termoli hanno optato per la chiusura. Come loro diversi colleghi anche di paesi meno popolosi. A quanto pare ognuno è andato per conto proprio.

 

CAMPOBASSO – PRIMARIE CHIUSE

“Nell’Ordinanza regionale numero 2 del 2/01/2021, – ha dichiarato il sindaco Gravina – si fa esplicito riferimento ai reports giornalieri dell’Asrem relativi al periodo 28 dicembre 2020 – 4 gennaio 2021, dai quali emergerebbe che nell’ultima settimana non si è registrato sull’intero territorio regionale una significativa riduzione della curva dei contagi. Inoltre, sempre nella medesima Ordinanza, viene menzionato il verbale della riunione dell’Unità di Crisi Regionale del 5 gennaio 2021 dove il CSE ha evidenziato la necessità di adottare, anche per il periodo successivo al 6 gennaio 2021, misure di contenimento della diffusione del virus più restrittive rispetto a quelle previste per il medesimo periodo dalle disposizioni nazionali.

Nel leggere quanto scritto nell’Ordinanza, – ha voluto sottolineare Gravina – torna ad essere ancora più opportuna l’esigenza che il Comune di Campobasso ha di ricevere proprio quel genere di informazioni che sono necessarie per permettere di comprendere, anche a noi sindaci, in che direzione sta evolvendo la situazione epidemiologica. Non avendole e non ricevendo risposte ufficiali in merito dall’Asrem, è ovvio che non ci sono le possibilità reali, per quanto ci riguarda come Amministrazione, per valutare di poter consentire, dal 7 gennaio, le attività didattiche in presenza negli istituti scolastici cittadini e anche nelle scuole dell’infanzia. Per cui, continueremo a portare avanti la nostra richiesta legittima di ricevere da Asrem dati adeguati a garantire un monitoraggio costante della situazione, ma intanto, fino al 17 gennaio, ci atterremo a quanto predisposto dall’Ordinanza regionale in merito alla sospensione dell’attività didattica in presenza sul territorio regionale.”

 

TERMOLI – PRIMARIE CHIUSE

“A seguito dell’ordinanza regionale n°2/2021 firmata dal presidente della Regione Donato Toma, che proroga al 17 gennaio 2021 la validità dell’ordinanza regionale n°51 dello scorso 7 dicembre 2020 Toma – si legge in una nota del Comune di Termoli -, si comunica che a Termoli giovedì 7 gennaio riprenderanno in presenza solamente le scuole dell’infanzia e gli asili nido”.

 

CAMPOMARINO – PRIMARIE CHIUSE

“In conformità all’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 2 del 5.01.2021, si informa la cittadinanza che dal giorno 7 gennaio 2021 le lezioni scolastiche di ogni ordine e grado saranno espletate sotto forma di didattica a distanza, ad eccezione fatta di tutti gli istituti scolastici dell’infanzia che riapriranno regolarmente in presenza” si legge sulla pagina Facebook del Comune di Campomarino.

 

BOJANO – PRIMARIE CHIUSE

Il sindaco Carmine Ruscetta ha deciso di tenere chiuse le scuole. “Si comunica che a seguito dell’ordinanza regionale nr. 2/2021 della Regione Molise, la quale proroga al 17 gennaio 2021 la validità dell’ordinanza regionale nr. 51 dello scorso 7 dicembre 2020, le scuole elementari e medie di Bojano rispetteranno pedissequamente l’Ordinanza Regionale. Pertanto rimarranno con l’apprendimento in presenza solamente le scuole dell’infanzia”.

 

LARINO – PRIMARIA APERTA SOLO PER LE PRIME

Sulla pagina Facebook del Comune di Larino si legge: “D’intesa con il dirigente scolastico Antonio Vesce, vista la nuova ordinanza del presidente della Regione sulla riapertura delle scuole, abbiamo deciso di lasciare aperta, oltre alla scuola dell’infanzia Rosano e Novelli, quella primaria soltanto per le prime classi, operando una divisione per la classe prima della Rosano più numerosa.

Per il resto la didattica a distanza sarà svolta fino al prossimo 18 gennaio quando tutti, salvo naturalmente nuove disposizioni, torneranno in aula in presenza”.

 

GUGLIONESI – PRIMARIA APERTA

Arrivata in mattinata la comunicazione del Comune di Guglionesi. “Facendo seguito all’ordinanza nr.2 del 5.01.2021 del Presidente della Giunta Regionale e considerato che, in base ai dati ricevuti dall’Asrem, il quadro epidemiologico nel Comune di Guglionesi non è cambiato rispetto al mese di dicembre, si avvisa che nelle prossime ore verrà emanata un’ordinanza sindacale con la quale le lezioni per la scuola primaria saranno autorizzate in presenza”.

 

PETACCIATO – PRIMARIA APERTA

La comunicazione del sindaco di Petacciato Roberto Di Pardo. “Richiamata la propria precedente ordinanza n.28 del 07.12.2020, con la quale era stata disposta la prosecuzione in presenza della scuola primaria nel periodo dal 9 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021; Sentito il dirigente scolastico; Considerato che per la scuola dell’infanzia resta attiva la didattica in presenza; Verificata, allo stato, la compatibilità dello svolgimento dell’attività didattica con la situazione epidemiologica della nostra comunità, considerato che dal primo gennaio dai dati Asrem si evincono 0 nuovi positivi e 8 guariti; si comunica che la scuola primaria di Petacciato, anche nel periodo dal 7 gennaio 2021 fino al 17 gennaio 2021, continuerà in presenza.

Qualora l’andamento della situazione epidemiologica dovesse registrare variazioni per cui si rendesse necessario modificare la presente determinazione, si provvederà tempestivamente in merito.

 

MONTENERO DI BISACCIA – PRIMARIA APERTA

A Montenero Il sindaco Simona Contucci ha emanato una nuova Ordinanza con la quale consente lo svolgimento dell’attività didattica in presenza presso la Scuola Primaria dell’Istituto Omnicomprensivo di Montenero di Bisaccia, nel periodo che va dal 7 gennaio al 17 gennaio 2021.

“Cari concittadini – annuncia il sindaco Simona Contucci – nell’augurare a tutti una Buona Epifania, informo che a seguito dell’Ordinanza n. 2 del 5 gennaio 2021 del Presidente della Giunta Regionale Donato Toma e dopo aver valutato attentamente la situazione attuale delle nostre scuole, oltre a quella dei nostri servizi di trasporto scolastico, ho emanato un’Ordinanza con la quale ho consentito lo svolgimento dell’attività didattica in presenza presso la Scuola Primaria dell’Istituto Omnicomprensivo di Montenero di Bisaccia, nel periodo che va dal 7 gennaio al 17 gennaio 2021. Resta attiva inoltre la didattica in presenza per le scuole dell’infanzia.

Come già detto, la decisione di aprire la Scuola Primaria è il frutto di un esame attento e scrupoloso dello scenario dei contagi, oltre che di un dialogo costante con la Direttrice Scolastica e con il dipartimento Unico di Prevenzione dell’Asrem. Tutti noi, infatti, mettiamo al primo posto la salute degli studenti e dei nostri figli. Ed è per questo motivo che effettueremo, nei giorni e nelle settimane a seguire, un monitoraggio incessante che potrà rivelare ogni minima variazione dei dati a nostra disposizione, al fine di adottare eventuali e ulteriori provvedimenti”.

 

SAN MARTINO IN PENSILIS – PRIMARIA APERTA

Questa la comunicazione dell’Amministrazione Di Matteo. “Da giovedì 7 gennaio 2021 nella Scuola dell’Infanzia e nella Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo di San Martino in Pensilis, l’attività didattica si svolgerà in presenza”.

 

PORTOCANNONE – PRIMARIA APERTA

Così Giuseppe Caporicci: “Con riferimento all’Ordinanza n. 2 del 5.1.2021 adottata dal Presidente della Giunta Regionale in tema di chiusura delle scuole causa emergenza Covid 19, si informa la Cittadinanza che il Sindaco ha firmato propria Ordinanza in corso di pubblicazione con la quale, in deroga al provvedimento regionale, si consente la riapertura della scuola primaria e della scuola dell’infanzia le cui lezioni quindi, potranno riprendere in presenza da domani 7 gennaio 2021.

Non essendo stata data ai Comuni facoltà di deroga all’Ordinanza del Presidente della Regione anche per la Scuola Secondaria, le lezioni per le classi di quest’ultima proseguiranno in modalità Didattica a Distanza.

La Sezione Primavera, non oggetto delle predette Ordinanze, proseguirà regolarmente le proprie attività.

Con l’occasione si informa inoltre che tutti i locali adibiti ai servizi scolastici di ogni ordine e grado, sono stati già appositamente sanificati e che, al fine di garantire il massimo livello di sicurezza possibile, è stato programmato un servizio periodico e continuativo che prevede un intervento di sanificazione da eseguirsi ogni mese sino alla fine dell’anno scolastico”.

 

PALATA – PRIMARIA APERTA

La comunicazione della sindaca di Palata Maria Di Lena. “Vista l’ordinanza n. 2 del 5/01/2021 emessa dal Presidente della Regione Molise, sentita la Dirigente scolastica e verificata la compatibilità dello svolgimento dell’attività didattica con la situazione epidemiologica della nostra comunità, si comunica che le scuole primarie di Palata riprenderanno regolarmente la propria attività in presenza il giorno 07 gennaio, pertanto gli effetti dell’ordinanza del Sindaco n. 12 del 07 dicembre 2020 saranno prorogati fino al 15 gennaio 2021. Resta inteso che ove si rendesse necessario modificare tale decisione si assumeranno senza indugio i provvedimenti consequenziali”.

 

SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI – PRIMARIA APERTA

“Stante la ottimale situazione sanitaria comunale le lezioni della scuola primaria riprenderanno regolarmente il 7 gennaio 2021, in deroga alla Ordinanza della Regione Molise. Resta inteso che ove il quadro epidemiologico dovesse modificare in peggio saranno senza indugio assunti tutti i provvedimenti del caso”. Questa la comunicazione del sindaco Costanzo Della Porta.

 

GAMBATESA – CHIUSE TUTTE LE SCUOLE

A Gambatesa la sindaca Carmelina Genovese ha disposto tramite ordinanza la sospensione delle attività didattiche nelle scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado dal 7 gennaio 2021 al 15 gennaio 2021.

 

CAMPOLIETO – PRIMARIA CHIUSA FINO ALL’11 GENNAIO

“Attività didattica sospesa fino al giorno 11 compreso. Disposizione valida sia per primaria che per infanzia” fanno sapere dal Comune.

 

BARANELLO – SCUOLE CHIUSE

Il sindaco di Baranello Marco Maio ha fatto sapere di aver “disposto, con apposita Ordinanza la sospensione delle attività didattiche in presenza della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della sezione primavera dal 7 gennaio e fino al 16 gennaio. L’ordinanza n. 2/2021 del Presidente della Giunta Regionale del Molise dispone a sua volta la sospensione delle attività didattiche in presenza della scuola secondaria di primo grado (scuole medie) dal 7 al 16 gennaio 2021.
Tale decisione, seppur sofferta, scaturisce da un’analisi complessiva dell’attuale situazione epidemiologica che si sta manifestando nella nostra Comunità che, pur non essendo preoccupante, impone la massima attenzione nelle azioni comportamentali quotidiane di ognuno di noi.
Invito tutti a non abbassare la soglia di attenzione per quanto riguarda i giusti comportamenti da osservare, ma soprattutto faccio appello alla sensibilità di tutti affinché si evitino la diffusione di notizie non veritiere rispetto alla reale situazione e che generano solo confusione e panico. Chiunque voglia sapere informazioni attendibili può rivolgersi agli amministratori comunali, ovviamente me compreso”.

 

SCUOLA PRIMARIA CHIUSA ANCHE A CASTELMAURO, MONTECILFONE, SAN GIULIANO DI PUGLIA, TORO, SANT’ELIA A PIANISI, CAMPODIPIETRA, PIETRACATELLA, MAFALDA

 

PRIMARIA APERTA A MIRABELLO SANNITICO

Il sindaco di Mirabello Angelo Miniello rende noto che “considerato che non ci sono attualmente casi di positività al covid sul territorio comunale, sentito il Preside, terrò la scuola primaria aperta. L’infanzia non è interessata da alcun provvedimento quindi rimane aperta, come dall’inizio dell’anno.

Colgo l’occasione per segnalare che, come potete vedere dalla foto, il vaccino è arrivato anche sul nostro scuolabus! A Giovanni Baranello infatti, in virtù del suo impegno negli anni col 118, è stata somministrata la prima delle due dosi di vaccino proprio stamattina.

autista scuolabus di Mirabello

Fiducia nella scienza e rispetto delle disposizioni sono le nostre armi per uscire dall’emergenza sanitaria”.

 

A RICCIA PRIMARIA, INFANZIA E PARITARIA ‘CHIAROMONTE’ APERTE

Queste le decisioni del sindaco Pietro Testa che ha firmato un’apposita ordinanza: “Considerato che la situazione epidemiologica del Comune di Riccia non desta particolari preoccupazioni in quanto si registra un solo caso di positività (che risulta tale da ormai più di 21 giorni) e che non sono stati registrati da svariati giorni ulteriori nuovi casi di positività, alla luce di nuovi casi emersi a seguito dello screening promosso dall’amministrazione comunale tra il personale docente e i collaboratori ATA che si è sottoposto a tampone, nè tra gli addetti alla mensa scolastica, al pre e post scuola, e tra gli autisti del trasporto scolastico, è disposta l’apertura della scuola primaria dell’Istituto Omnicomprensivo Statale del Fortore con sede a Riccia dal 7 gennaio.
Saranno altresì aperte: la scuola dell’infanzia statale, la scuola dell’infanzia paritaria “Costanza di Chiaromonte”, i servizi per la prima infanzia denominati micronido e sezioni primavera, e la scuola di Musica comunale “P. Mignogna””.

 

VINCHIATURO – PRIMARIE APERTE

Così il Comune di Vinchiaturo. “Vista l’odierna Ordinanza del Presidente della Regione Molise che proroga la sospensione dell’attività scolastica in presenza per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado fino al 17 gennaio 2021, lasciando ai sindaci la facoltà di consentire la didattica in presenza solo per le scuole primarie.

Considerato che, comunque, per la scuola dell’infanzia e per l’asilo resta attiva la didattica in presenza.

Sentito il Dirigente Scolastico. Valutato l’andamento positivo della situazione epidemiologica sul territorio di Vinchiaturo e viste le modalità di organizzazione del servizio scuolabus, resta al momento consentito lo svolgimento dell’attività didattica in presenza presso la Scuola primaria di Vinchiaturo a partire dal 7 gennaio 2021.

Resta salva la possibilità di emanare eventuali provvedimenti restrittivi in caso di un mutamento peggiorativo dell’attuale situazione epidemiologica e salvo eventuali disposizioni maggiormente restrittive da parte del Governo”.

 

SCUOLA PRIMARIA APERTA ANCHE A ROTELLO, CASACALENDA, BONEFRO, FERRAZZANO, CAPRACOTTA, VENAFRO, URURI, GUARDIALFIERA, JELSI

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.