Cani lasciati senza cibo e acqua: scoperto rifugio lager. Animalisti denunciano veterinario Asrem

Dopo aver allertato i Carabinieri Forestali e l'Asrem, i rappresentanti dell'associazione 'Stop Animal Crime Italia' hanno presentato querela nei confronti del proprietario dei cani. "Gli animali erano in cucce fatiscenti e al freddo, senza cibo nè acqua".

Quando i rappresentanti dell’associazione animalista ‘Stop Animal Crime Italia’ sono arrivati a Montenero Val Cocchiara, paese dell’Alto Molise, si sono trovati davanti una scena orribile: “Cani da caccia e da tartufi erano rinchiusi in un lager”. La loro denuncia, oltre che agli organi di informazione, è stata inoltrata alle autorità competenti. “Abbiamo depositato querela per il reato di maltrattamento di animali” nei confronti del proprietario della struttura, un veterinario dell’Azienda sanitaria regionale con la passione per la caccia. 

La scoperta è avvenuta durante il sopralluogo svolto da alcuni esponenti del movimento che si erano recati proprio sul pianoro di Montenero Val Cocchiara per accertare le presunte irregolarità già segnalate relativamente ad alcuni allevamenti di cavalli. Una storia di cui vi abbiamo parlato un paio di settimane fa, quando è stata depositata una denuncia-querela al Tribunale di Isernia.

Sospette irregolarità negli allevamenti di cavalli, associazione animalista va in Procura

Gli esponenti dell’associazione si sono trovati davanti agli occhi una “situazione drammatica”. I cani della struttura di proprietà del veterinario, raccontano dal movimento, erano ricoverati “in box fatiscenti, cucce in lamiera”, che non riuscivano quasi sicuramente a ripararli dalla neve e dalle temperature gelide che in questi giorni si stanno registrando in Molise. I cagnolini inoltre erano stati lasciati “nel fango, senza acqua e cibo”.

Sul posto sono arrivati anche i Carabinieri Forestali e alcuni rappresentanti dell’Azienda sanitaria regionale, allertati proprio dagli animalisti di ‘Stop Animal Crime Italia’, oltre allo stesso proprietario dei cani, un veterinario dell’Asrem.

animalisti Stop animal crimes canile lager Montenero val Cocchiara

Quest’ultimo è stato denunciato per maltrattamenti di animali, mentre per ‘Stop Animal Crime Italia’ questa vicenda dimostra che “l’Asl (Azienda sanitaria regionale, ndr) andrebbe immediatamente sollevato dalle funzioni di vigilare sulle leggi del benessere animale, soprattutto d’affezione. Basti confrontare le immagini con le prescrizioni stabilite dall’articolo 3 del Regolamento Molise sul benessere animale seguente, per capire che cosa ci siamo trovati davanti oggi”.

Regolamento che impone ai proprietari di animali di garantire idonee condizioni igieniche ed ambientali, assicurando la regolare pulizia degli spazi di dimora degli animali, cibo ed acqua sufficiente e “in caso di custodia all’aperto, strutture idonee al riparo dalle intemperie e da condizioni ambientali estreme”.