Santa Croce di Magliano, borsa di studio in memoria della prof Nina Di Cesare

La cerimonia di premiazione per la II edizione della borsa di studio in memoria della professoressa Nina Di Cesare si è tenuta quest’anno il 21 dicembre presso l’Auditorium del Liceo Scientifico di Santa Croce di Magliano, in forma quasi privata, a causa delle restrizioni imposte dalle attuali norme anti Covid.

Hanno preso parte alla manifestazione la Dirigente Scolastica, prof.ssa Giovanna Fantetti, il marito e le figlie della compianta professoressa, gli alunni premiati accompagnati da un genitore e le docenti organizzatrici, la prof.ssa Maria Teresa Vincelli e la prof.ssa Maria Rosa Santoianni.

In quest’ultima edizione sono stati consegnati ai singoli vincitori un attestato di merito oltre al premio in denaro.
I ragazzi che si sono distinti nello studio, raggiungendo dei lodevoli risultati scolastici al termine del primo ciclo d’istruzione, e che per tale ragione hanno meritato la borsa di studio, sono: Romeo Bertoldo per la Scuola Secondaria di I grado di San Giuliano di Puglia, Fernando Gabriele Borrelli e Andrea Pia Fratino per la Scuola Secondaria di I grado di Colletorto.

La Dirigente ha elogiato i vincitori e li ha esortati a continuare il loro percorso scolastico con assiduo impegno ed interesse per raggiungere sempre nuovi brillanti risultati. Invitati dalla Dirigente ad esprimere le loro emozioni ed il loro pensiero in merito all’iniziativa, i ragazzi si sono visibilmente emozionati per l’importante riconoscimento ricevuto e hanno ringraziato i membri della famiglia della prof.ssa Di Cesare per la loro encomiabile iniziativa tesa a premiare l’impegno ed il merito scolastico degli alunni.

Il ristretto numero di persone presenti all’evento ha permesso ad ognuno dei partecipanti di intervenire e ricordare, attraverso qualche aneddoto, la grande professionalità ed umanità della professoressa Di Cesare, ma anche di esprimere delle considerazioni riguardo alla complessa situazione che sta vivendo la scuola con la didattica a distanza.
La dirigente, nel ricordare la professoressa Nina Di Cesare, ha sottolineato come il giorno della sua scomparsa rappresenti una data che ha segnato tutta la nostra comunità, in particolare quella scolastica, poiché in tale data, il 31 ottobre, ricorre anche l’anniversario del tragico terremoto del 2002 che causò il crollo della scuola di San Giuliano di Puglia in cui lavorava la prof.ssa Di Cesare.

Ricordando l’impegno professionale della professoressa la Dirigente ha sottolineato la completa e totale dedizione della stessa alla Scuola e la sensibilità dei confronti dei ragazzi. Il suo impegno non si limitava al semplice insegnamento di concetti e  nozioni, la sua maggior premura era di accompagnare gli alunni nella loro crescita personale.
Gaia, una delle due figlie della prof.ssa Nina Di Cesare, rivolgendosi ai presenti, ha ricordato la mamma con queste parole: “E’ un piacere per noi essere qui oggi per premiare il lavoro di questi ragazzi e per tener vivo il ricordo di mia madre. Siamo contenti che sia stato possibile incontrarci di persona e non in videoconferenza, come siamo abituati a fare ultimamente. In questo periodo difficile spesso ci si aggrappa ai ricordi felici per riuscire ad affrontare meglio le situazioni più dolorose. Ed è così che vogliamo ricordare mamma, nei momenti felici, mentre faceva ciò che amava di più, cioè insegnare. Provo ad immaginare come avrebbe affrontato lei la didattica a distanza e sono sicura che durante questo periodo, la sua maggiore preoccupazione, sarebbe stata rivolta ai ragazzi, ai quali teneva moltissimo. Ai ragazzi premiati auguriamo di riuscire ad affrontare ogni situazione, più o meno difficile che sia e ad impegnarsi sempre di più nello studio e a mantenere costante e vivo il desiderio di conoscenza che hanno dimostrato fino ad oggi”.